Dodicesima di ritorno: per Jesolo e Bibione Cesarolo speranze appese ad un filo

Stanno giocando per due obiettivi completamente opposti ma hanno in comune il rispettivo distacco da colmare: sei punti; la matematica lascia loro ancora qualche briciola di speranza ma per Jesolo e Bibione Cesarolo rimontare sei lunghezze in sole tre giornate sembra un’impresa ardua. La prima durante questo campionato ha a lungo coltivato la speranza di primato finale per poter ottenere la promozione, ma si è trovata di fronte una avversaria come il Mazzolada che ha sfoderato dei numeri di grande rispetto: nessuna sconfitta e ventidue vittorie, l’ultima delle quali ottenuta ai danni della Fossaltese con un rotondo tre a zero, con il medesimo risultato lo Jesolo ha sconfitto la Vigor, una vittoria però che non modifica il distacco degli jesolani dalla vetta. Il Bibione Cesarolo invece perde l’ultima occasione per tentare di agganciarsi al treno play-out nello scontro salvezza con l’Eraclea, in caso di vittoria si sarebbe ritrovata a soli tre punti dal Torre di Mosto e a quattro dalla stessa Eraclea, in realtà questa sconfitta rende molto difficile al Bibione Cesarolo evitare la retrocessione diretta.

La griglia play-off si sta stabilizzando anche per quanto riguarda il quarto ed ultimo posto disponibile, il Corbolone sembra avere la meglio sul Lugugnana perchè il distacco fra le due è ora salito a sette punti. I lugugnanesi pareggiano a reti inviolate sul terreno del Treporti mentre il Corbolone vince di misura il match casalingo con il Burano, l’ultima piccola speranza il Lugugana se la giocherà domenica prossima nello scontro diretto con lo stesso Corbolone. Da segnalare in zona play-off la vittoria del Ponte Crepaldo sul Caorle che mette a nudo le diffcoltà dei caorlotti negli incontri giocati in trasferta, cinque sconfitte in campionato tutte patite fuori casa. Appena fuori della zona play-off si attestano le formazioni che sono oramai certe o quasi della salvezza senza spareggi un obiettivo che il Villanova sembra avere ottenuto con l’uno a zero inflitto alla pericolante Torre di Mosto. Quasi del tutto fuori pericolo è anche il Treporti grazie al terzo zero a zero consecutivo, Treporti che precede di un solo punto il Nuova Caorle che impatta per uno a uno davanti al proprio pubblico pareggiando ad inizio ripresa la rete subita dal San Michele che sarà la prossima avversaria di un Eraclea per la quale si sono all’improvviso riaccese le speranze di eviatre i play-out ottenendo la seconda vittoria consecutiva ai danni del Bibione Cesarolo con una doppietta di Andrea Pellegrin. Con questo ultimo successo la formazione eracleense ha superato in classifica la Vigor sconfitta a Jesolo ed ha agganciato il Burano, pure sconfitto a San Stino, a quota 25 portandosi a soli due punti dalla Fossaltese che per il momento è l’ultima squadra ad essere fuori dalla zona play-out.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*