Evolution Team – Città di Eraclea C. 2-2

La pausa del campionato ha portato bene al Città di Eraclea Crepaldo, infatti la squadra di Sandro Cortello si lascia alle spalle il brutto scivolone casalingo con il Gainiga andando a sfiorare la vittoria esterna sull’impegnativo terreno di Chiarano. Rammarico, dispiacere, rabbia? Come possiamo definire una vittoria esterna sfuggita al secondo minuto di recupero, un preziosissimo vantaggio che gli eracleensi avevano meritatamente conseguito e difeso in 9 contro 11.

Di fronte a loro c’era una avversaria di tutto rispetto ed un arbitro a dir poco “casalingo” che non ha perdonato niente ai granata-bianco-verdi espellendo Alessandro Boatto per doppia ammonizione già durante il primo tempo e di seguito Bucciol, stesso trattamento, a metà ripresa usando poi un metro diverso per i trevigiani in alcune occasioni da cartellino giallo. «Oggi non è stata sufficiente una buona prova del collettivo per portare a casa una vittoria che a pochi istanti dal termine sembrava cosa fatta…» esordisce il d.s. Giuseppe Filippi a fine gara «…un paio di nostre ingenuità in occasione delle due espulsioni hanno purtroppo pesato sul risultato finale, a volte ci si dimentica delle conseguenze di lasciare i propri compagni di squadra in inferiorità numerica. Ci sono comunque anche le note positive, voglio sottolineare la prestazione dei vari Biasini, Balduit, Finotto, Lucchetta e Pasini. Mi è piaciuta anche la dispisizione tattica della squadra anche se nei minuti finali in doppia inferiorità numerica sarebbe servita maggiore copertura difensiva».  Evolution Team - Città di Eraclea C. 2-2 Un match piacevole per i presenti in tribuna il cui sostanziale equilibrio si è interrotto alla mezz’ora di gioco per un generoso penalty assegnato ai padroni di casa dal fischietto sandonatese, un rigore subito trasformato da Campagna per il momentaneo vantaggio dell’Evolution Team. Una decisione che crea un certo nervosismo fra le fila ospiti, a farne le spese è Boatto che allo scadere del primo tempo si becca il secondo giallo che gli impedisce di rientrare in campo dopo l’intervallo. Sotto di una rete ed in inferiorità numerica il Città di Eraclea Crepaldo trova la forza di rimettere la situazione in parità grazie ad un gran gol di Bucciol (nella foto) bravo a sfruttare un lancio di Finotto, la punta eracleense addomestica il pallone e poi lo scaglia alle spalle di Lazzer. Lo stesso Bucciol si rende ancora protagonista attorno al 30′, questa volta in negativo, quando in occasione di un fallo fischiato a suo favore colleziona il secondo giallo lascando anzitempo il terreno di gioco. In nove contro undici gli eracleensi raddoppiano le forze ed invece di subire, come di solito succede in questi casi, reagiscono all’avversità passando addirittura in vantaggio: Pasini lanciato in area viene platealmente falciato da un difensore trevigiano, il signor Rosin di San Donà non può certo esimersi dal concedere il calcio di rigore ma non estrae cartellini per il difensore come avrebbe richiesto una chiara occasione da gol. Dagli undici metri Manuel Finotto non perdona Lazzer, a tre minuti dal 90′ il Città di Eraclea Crepaldo è clamorosamente in vantaggio per 2-1 giocando in 9 contro 11. La reazione dei padroni di casa non si fa attendere e l’impresa degli eracleensi svanisce al secondo minuto di recupero quando Boem ristabilisce le sorti di parità per il definitivo 2-2.

Evolution Team – Città Eraclea C. 2-2

Marcatori: 30′ p.t. Campagna (ET)(rig.); 2′ s.t. Bucciol (CE), 42′ s.t. Finotto (CE)(rig.), 47′ s.t. Boem (ET).

Evolution Team: Lazzer, Rosolen, Bigaran, Boem, Murador, Cimitan, Cester (26′ s.t. De Pizzol), Campagna (22′ s.t. Casagrande), Michelon, Drusian, Zozzolotto (18′ s.t. Buongiorno).
All: Perin.

Città Eraclea Crepaldo: Moro, Biasini, Lione, Pasini, Balduit, Boatto, Tonon (41′ s.t. Sartorel), Finotto, Toffolon (45′ s.t. Gacki), Bucciol, Lucchetta (25′ s.t. Nesto).
All: Cortello.

Arbitro: Rosin di San Donà.

Note: espulsi al 45′ p.t. Boatto e al 31′ s.t. Bucciol, entrambi per doppia ammonizione.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*