Gazzettino: Jesolo – Città di Eraclea

Chi si aspettava uno spettacolo di basso profilo sarà rimasto deluso, perché tra Jesolo ed Eraclea, entrambe già tagliate fuori dal discorso qualificazione, è stata partita vera, in cui non sono mancati né i gol né le emozioni. I nerazzurri, dopo le due iniziali sconfitte, trovano una vittoria meritata che farà sicuramente morale in vista dell’inizio del campionato; mentre per mister Piccolo ci sono ancora alcune lacune da colmare, in primis la concentrazione dei propri ragazzi in fase difensiva. Inizio che sembra sorridere agli ospiti: passano solo 10′ e Marian svetta sopra tutti insaccando alle spalle di Zaffalon un angolo proveniente dalla destra. Ma la reazione dello Jesolo è devastante: al 20′ bolide di Enrico Tonetto dai 30 metri che sorprende un non perfetto Mancuso; dieci minuti dopo comincia lo show del centravanti Amadio. Al 29′ sugli sviluppi di calcio d’angolo Furlan centra la traversa, ma il bomber tascabile è il più lesto ad avventarsi sulla ribattuta e mettere dentro. Passano altri cinque minuti ed arriva la doppietta personale: l’ uno-due con Bellinazzi porta Amadio a pochi metri dal portiere, tiro preciso e partita al sicuro. L’Eraclea, nonostante gli sforzi, non riesce a portare pericoli dalle parti di Zaffalon, ma trova abbastanza casualmente il gol che potrebbe riportarla in partita: è il 35′ del secondo tempo quando Manuel Soncin incespica malamente sul pallone lasciando via libera a Marian, che con freddezza sigla il secondo gol di giornata. Il forcing finale degli ospiti è infruttuoso, e i tre punti vanno così ai ragazzi di Nicolaj Biancotto.

Articolo tratto dal Gazzettino

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*