Grande impresa dell’Eraclea: in inferiorità numerica affonda un ambizioso Marghera

 Grande impresa dell'Eraclea: in inferiorità numerica affonda un ambizioso Marghera

Città di Eraclea – Marghera

Il Città di Eraclea non finisce mai di stupire chi la segue ogni domenica, iniziata la stagione con l’obiettivo salvezza in prossimità della fine del girone di andata si ritrova in zona play-off dopo essersi resa protagonista in alcune importanti gare come quella appena vinta contro un quotato Marghera. L’avversario di turno era di tutto rispetto, perchè quello margherino è un gruppo formato per puntare alla promozione, il Città di Eraclea ha affrontato questo difficile impegno gravata dalle solite assenze, sotto di un gol dopo pochi minuti ed in 10 contro 11 dalla fine del primo tempo, nonostante queste difficoltà alla fine ha prevalso il solito cuore granata e l’unità di un gruppo granitico che alla lunga ha prevalso su tutto e su tutti. La squadra di mister Tasca si ritrova ora a due punti dalla capolista Jesolo ancora una volta un po’ fortunata a salvarsi dalla sconfitta, nella domenica precedente gli jesolani avevano rischiato nel match casalingo che li vedeva opposti proprio all’Eraclea, questa volta sono andati a far visita alla Muranese pareggiando l’iniziale svantaggio realizzato da Cavalli proprio all’ultimo istante, cioè al 96′ minuto. Lo Jesolo è sempre in testa alla graduatoria e con una gara da recuperare, segue la Muranese in seconda posizione ad un punto di distanza, la terza piazza è invece condivisa da ben quattro squadre perchè assieme al Città di Eraclea troviamo anche il Marghera, il Noventa e la Pro Mogliano. Quest’ultima ha la meglio sul Silea con doppietta di Da Lio e rigore trasformato da Touta, la resistenza del Silea viene meno quando gli ospiti si ritrovano in inferiorità numerica per l’espulsione di Lorenzon. Il Noventa, dal canto suo, fatica ad imporsi sul Mazzolada riuscendo alla fine a vincere per due a uno, tutte e tre le reti durante la ripresa con il Noventa che sblocca il risultato all’undicesimo dopo aver seriamente rischiato di subire il gol dagli ospiti.

Dal gruppo di testa si sta staccando il Bibione che rimedia una inattesa e bruciante sconfitta casalinga ad opera del fanalino di coda Cessalto, la squadra diretta da mister Boer durante il primo tempo sembra decisamente più in palla dei padroni di casa ed ottiene dapprima un calcio di rigore che Drusian si fa parare e poi senza demordere passa in vantaggio grazie a Moretto. Segue il raddoppio dell’ex difensore eracleense Da Riol ed il tentativo di riscossa del Bibione che porta solamente al gol su calcio di rigore trasformato da Colle. I bibionesi vengono agganciati a quota 19 da un Caorle corsaro che si reca al Lido di Venezia approfittando di una giornata opaca dei lidensi per fare bottino pieno grazie alla doppietta di Burbello ed anche il Nettuno Lido con questa sconfitta rimane ancorato a quota 19. Il neo allenatore Colletto conosce ben presto la sua prima sconfitta sulla panchina del Musile tornando a casa a mani vuote dalla trasferta di Roncade dove i padroni di casa si impongono con pieno merito evitando così di ritrovarsi in ultima posizione vista la contemporanea vittoria del Cessalto. Per il Musile non sono state sufficienti le punizioni calciate da Visentin perchè la Pro Roncade si è imposta sfruttando la vena realizzativa di Iacobucci. In zona play-out oltre al Silea ed alla Pro Roncade attualmente vi si trovano anche Meolo e Sanstinocorbolone le quali hanno dato vita ad uno scontro diretto per la salvezza terminato sull’uno a uno. Un pareggio che certamente sta più stretto ai padroni di casa del Meolo che hanno anche fallito un calcio di rigore battuto da Storer e parato da Guiotto ed a loro favore c’è stata anche la superiorità numerica per metà della gara in seguito all’espulsione di Missio. Tutto questo non si è alla fine concretizzato nella prima vittoria casalinga perchè al gol di testa realizzato da Fall ha fatto seguito il pareggio in extremis del sanstinese M. Zulianello. Il prossimo fine settimana ci sarà da rispettare il classico turno di sosta in coincidenza delle feste natalizie con l’unica eccezione di Cessalto e Jesolo che devono recuperare l’incontro non disputato il 30 novembre a causa dell’impraticabilità del campo. Si riprenderà l’undici gennaio 2009 disputando l’ultima giornata del girone di andata, nel frattempo auguriamo a tutti i nostri lettori un Felice Anno Nuovo.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*