I due big-match della giornata terminano in parità ne approfitta lo Jesolo

 I due big-match della giornata terminano in parità ne approfitta lo Jesolo

Città di Eraclea – Pro Mogliano

La prima mini-fuga della stagione vede lo Jesolo come protagonista, la squadra di mister Zanin, al secondo successo, trae profitto dalla opaca giornata della Pro Roncade e capitalizza al massimo la rete realizzata durante il primo tempo da Salamon, controllando senza grossi patemi gli avversari durante la ripresa. Le due gare di cartello si giocavano ad Eraclea e a San Stino, nella prima il Città di Eraclea affronta nel migliore dei modi il quotato avversario moglianese mettendolo più volte in difficoltà e sfiorando la rete in diverse occasioni ma viene oltremodo punita dal gol di Barbaro a metà del seconda frazione di gioco, arriva poi a tempo quasi scaduto il meritatissimo pareggio di Franco Martin che non basta a lenire il disappunto per i tre legni colpiti dai padroni di casa. Termina in parità anche Sanstino Corbolone – Caorle, un pareggio equo a detta del presidente sanstinese firmato da Borgolotto e Giacomini per i padroni di casa ai quali risponde Agostini con una bella doppietta. Degna di nota l’impresa della neopromossa Bibione capace di andare ad espugnare il terreno della Muranese; l’entusiasmo degli isolani per i rinforzi sudamericani viene subito raffreddato durante il primo tempo. Complici alcuni errori difensivi i bibionesi chiudono la prima frazione di gara con un rassicurante ed inatteso tre a zero, la reazione muranese arriva durante la ripresa con il Bibione rintanato a difendere il triplo vantaggio che inizia ad assottigliarsi attorno al 20′ con la rete di Dei Rossi e vacilla al 89′ nel momento in cui Disarò devia nella sua porta una conclusione di Zennaro, si chiude con un recupero infuocato che vede l’estremo ospite Stocco come protagonista quando salva la sua porta e di conseguenza la preziosa vittoria del Bibione.

Due trasferte consecutive per il Bibione con quattro punti totalizzati ed un più due in media inglese, quattro punti in classifica anche per il Musile ma meno due in media inglese perchè entrambe le gare sono state giocate in casa. Dopo il pareggio nella partita d’esordio i piavensi questa volta riescono ad imporre il fattore campo piegando il Mazzolada con una rete per tempo. Apre le danze Coppola con una deviazione sottomisura chiude Lamberti su azione di rimessa, il Musile cerca così di ritagliarsi una posizione fra le contendenti al titolo. Più sofferto ma non meno importante il successo del Nettuno Lido che supera un buon Marghera grazie ad un gran colpo di testa alla mezz’ora di Sambo, la reazione ospite si concentra nel secondo tempo ed ha il suo apice con la traversa colpita da Feriga, ma i lidensi resistono e replicano con un paio di legni centrati da Toffolo e Scarpa. Il Noventa si riprende dalle tre “scoppole” jesolane incamerando i primi tre punti stagionali con la vittoria casalinga ai danni del Silea, gli ospiti non hanno mantenuto le premesse della vigilia ed alla lunga hanno ceduto alla maggior determinazione ed alla voglia di riscatto dei neroverdi che hanno anche recriminato per una rete annullata. Meolo e Cessalto nello scontro diretto si sono accontentate di un punto per parte che serve solamente a cancellare lo zero alla classifica di un campionato che dopo le prime battute si preannuncia assai equilibrato e che nel proseguo probabilmente riserverà numerosi capovolgimenti di fronte.

 

 

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*