Il Città di Eraclea sfiora il colpaccio in casa della capolista Jesolo

 Il Città di Eraclea sfiora il colpaccio in casa della capolista Jesolo

Jesolo – Città di Eraclea

Il big-match della domenica si giocava a Jesolo dove il Città di Eraclea con un pizzico di determinazione in più ed una maggiore precisione in fase di conclusione avrebbe potuto portarsi a casa un risultato assai prestigioso. In una gara terminata sullo zero a zero a farla da padrone sono state le due difese che hanno concesso ben poco agli avanti avversari, della serie: “prima di tutto non prenderle…”. Al termine della gara moderata soddisfazione in casa jesolana visto il contemporaneo zero a zero della Muranese che permette ai ragazzi di mister Zanin di conservare la vetta della graduatoria in solitaria, un po’ di rammarico invece fra i granata eracleensi per un paio di ottime occasioni fallite, prima fra tutte quella capitata a Enrico Tonetto nel primo tempo. Due le dirette inseguitrici dello Jesolo, la Muranese che pareggia riuscendo a mantenere inviolata la propria porta nella trasferta di Silea dove i locali sembrano aver ripreso parte di quel brio perso ad inizio campionato, gli isolani sono però raggiunti a quota 23 da uno scatenato Marghera che travolge il malcapitato Meolo. Quest’ultima aveva iniziato bene la gara dapprima andando vicinissima al gol con Fall e poco dopo passando in vantaggio grazie a Storer, a quel punto però arriva la reazione del Marghera che in breve pareggia le sorti con Tressoldi, in seguito sugli ospiti si abbatte la scure Meneghel che realizza una tripletta trascinando così i margherini alla vittoria. Il Città di Eraclea conserva la quarta posizione venendo però agganciata dalla Pro Mogliano che in maniera fortunosa riesce a fare bottino pieno in casa della cenerentola Cessalto. I padroni di casa, i quali di recente hanno pure cambiato il presidente, dominano durante il primo tempo, mantengono poi una certa supremazia nella ripresa senza peraltro riuscire a trovare la meritata rete del vantaggio, ma al 91′ per il Cessalto piove sul bagnato perchè il moglianese Simeoni realizza il gol beffa che decide la partita.

Caorle e Bibione si dividono la posta in palio, un pareggio con una rete per parte che soddisfa maggiormente gli ospiti perchè conquistato fuori casa e perchè agguantato ad otto minuti dal termine, in casa caorlotta invece il pari non smuove più di tanto una classifica ancora al di sotto delle aspettative. Rimangono intatte le aspirazioni in chiave play-off del Bibione che in graduatoria fa parte di un trio a quota 19 comprendente anche il Noventa ed il Nettuno Lido. La prima pareggia a reti inviolate sul terreno di San Stino dove i padroni di casa si presentano al pubblico con il nuovo tecnico Boccalon in sostituzione di Donadon, il Sanstinocorbolone con questo punticino rimane sempre invischiato nella zona play-out. Sconfitto invece il Nettuno Lido in quel di Musile per tre a uno con i padroni di casa guidati da Colletto in vantaggio dapprima con un autogol e poi grazie ad un calcio di rigore. Nella zona bassa della classifica Mazzolada e Pro Roncade entrambe bisognose di punti cercano la vittoria nello scontro diretto, alla fine ne esce un due e due che non cambia la loro situazione, in particolar modo quella dei trevigiani sempre in penultima posizione e con il rischio di scendere ulteriormente visto che il Cessalto ha una gara in più da recuperare. A proposito di recuperi si giocherà pure domenica prossima, fatto inedito nella settimana seguente al Natale, per recuperare la tredicesima giornata che non è stata disputata come previsto dal calendario a causa del maltempo. Il match clou è di scena ad Eraclea dove i ragazzi di mister Tasca appena archiviato lo spauracchio Jesolo dovranno affrontare quello che arriva da Marghera, una formazione che sembra aver trovato il passo giusto per puntare dritta alla vetta della graduatoria. Di grande interesse è da considerarsi anche lo scontro al vertice fra Muranese e Jesolo con i primi della classe che proveranno ad ottenere un risultato positivo sul terreno di una squadra che in casa è temibilissima per chiunque si presenti sull’isola.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*