Il Città di Eraclea stende la capolista Bibione e riapre il campionato

 Il Città di Eraclea stende la capolista Bibione e riapre il campionato

Città di Eraclea – Bibione

Il girone di andata aveva incoronato il Bibione come indiscussa regina d’inverno grazie alle 12 vittorie ottenute nelle prime 15 gare, un ottimo ruolino di marcia che aveva fiaccato la resistenza delle inseguitrici le quali al giro di boa accusavano otto punti di distacco dalla capolista. La prima di ritorno prevedeva in calendario proprio lo scontro diretto fra la prima della classe ed una delle tre dirette inseguitrici: il Città di Eraclea. Una imperdibile occasione per ridurre le distanze che gli eracleensi non si sono lasciati sfuggire mettendo alle corde la temibile capolista fin dalle prime battute di gioco andando vicinissimi alla rete in più di una occasione durante il primo tempo anche se hanno dovuto attendere la ripresa per riuscire a sbloccare il risultato, in seguito i granata hanno messo al sicuro le sorti di una gara il cui esito non è mai stato messo in discussione. Dall’impresa dell’Eraclea ne traggono vantaggio anche il Cavallino e la Fossaltese che vincono i loro rispettivi impegni condividendo quindi il secondo posto assieme alla stessa Città di Eraclea a -5 dalla capolista. Buona la vittoria della Fossaltese che si impone per due a zero a Cinto Caomaggiore in casa di una Vigor che ultimamente stava attraversando un buon periodo contornato da risultati positivi, ad interrompere il felice momento dei cintesi ci ha pensato Zambon con una doppietta messa a segno durante il secondo tempo. Meno limpido il successo del Cavallino che affrontava in casa l’Aurora San Nicolò, formazione al penultimo posto della graduatoria, i gialloverdi erano passati addirittura in svantaggio nel primo tempo recuperando poi grazie ad un calcio di rigore, mentre nel secondo tempo arriva il gol vittoria per i cavallinotti.

Dietro alle prime quattro il Lugugnana si riprende il quinto posto in classifica, che significa play-off, andando a vincere per tre a uno sul terreno del Villanova grazie ad una tripletta di Tommaso Dalla Bona realizzata nella prima mezz’ora della ripresa. Il Pramaggiore che al termine del girone d’andata era riuscito a scavalcare in classifica proprio il Lugugnana deve ora fare un passo indietro a causa dello zero a zero ottenuto a Quarto D’Altino che gli frutta un solo punto. Un passo in avanti lo fa invece il Sindacale vincendo per due a zero davanti al proprio pubblico il match che vedeva questa terribile matricola opposta al fanalino di coda Passarella. Il Sindacale scavalca così in classifica l’altra neo promossa Gainiga che incappa in una brutta sconfitta casalinga ad opera di una rediviva Giussaghese che si impone per 3-1 uscendo del tutto dalla zona play-out. Ai bordi di questa scomoda zona troviamo Nuova Caorle e Treporti il cui scontro diretto è terminato a favore dei caorlotti che inanellano la seconda vittoria consecutiva da quando sono sotto la guida di Rossignoli il quale è convinto di avere la cura giusta per condurre la Nuova alla salvezza. Il Treporti si fa invece risucchiare nel pantano della zona play-out come anche l’Altino al quale non basta lo zero a zero casalingo ottenuto con il Pramaggiore per evitare di perdere posizioni importanti in classifica. Più sotto degli altinati rimangono nell’ordine calante: Villanova, Aurora San Nicolò e Passarella. Domenica prossima il match clou della seconda di ritorno si giocherà a Lugugnana fra i padroni di casa ed il Città di Eraclea, una trasferta impegnativa per gli eracleensi come lo è quella del Cavallino a Pramaggiore, il Bibione e la Fossaltese invece giocheranno in casa rispettivamente contro la Vigor ed il Sindacale.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*