Il Trofeo Veneto apre la stagione calcistica 2006-2007

Il primo impegno ufficiale per le squadre che compongono il nostro e tutti gli altri gironi di seconda categoria è rappresentato dal Trofeo Regionale Veneto, una serie di quadrangolari che servono alle varie società per testare il grado di preparazione della propria formazione dopo le prime sedute di allenamento. Questi primi risultati possono portare al primo entusiasmo o alla prima delusione, a volte sono un primo campanello d’allarme a volte però sono poco veritieri venendo smentiti alle prime gare di campionato; ogni società avrà certamente fatto le prime considerazioni al termine delle rispettive gare. Vediamo ora i risultati delle gare che interessano direttamente il girone O: cominciamo dal Città di Eraclea che dopo le note positive avute dalle recenti amichevoli con Ceggia e Cessalto ha “steccato” alla prima gara ufficiale cedendo di misura ad un Treporti che oltre a meritare la vittoria ha dimostrato una forma fisica ed un grado di preparazione più avanzato di quello della formazione eracleense. Lenta e macchinosa la manovra del Città di Eraclea che probabilmente ha anche sofferto i carichi di lavoro fino ad ora svolti riuscendo ad inpensierire l’estremo ospite in una sola occasione su calcio di punizione. Al contrario il Treporti ha dimostrato di avere già una invidiabile forma fisica e di essere pronto ad affrontare in buone condizioni il campionato fin dalle prime gare, la rete che ha valso loro la vittoria è stata realizzata all’ottavo minuto del secondo tempo da Zanella che ha sorpreso il portiere eracleense, non del tutto esente da colpe, direttamente su calcio di punizione battuto da posizione defilata. I treportini hanno legittimato la loro vittoria anche con un palo ed un gol fallito a due passi dalla porta, per il Città di Eraclea invece c’è ancora molto da lavorare prima di amalgamare e mettere a punto una formazione ancora una volta rivoluzionata rispetto alla stagione precedente.

L’altra gara del girone 53 vedeva di fronte la neo retrocessa Cavallino ed il “ripescato” Burano e si è risolta con un secco 4-1 a favore del Cavallino fra le cui fila militano alcuni calciatori di provenienza buranella, una buona prova quella dei padroni di casa che mercoledì sera faranno visita all’Eraclea.  Nel girone 50 il rivoluzionato Ponte Crepaldo impatta per uno a uno con il Torre di Mosto che al contrario dei crepaldini non ha cambiato una virgola nella rosa dei calciatori; la neo promossa Sangiorgese davanti al proprio pubblico subisce due reti e la sconfitta dai trevigiani del Salgareda. Buona la partenza del Caorle che dopo aver terminato in svantaggio il primo tempo rovescia il risultato nella ripresa rifilando tre reti alla Giussaghese, nello stesso girone un Villanova corsaro espugna il terreno dell’Aurora San Nicolò per tre e due. Nel girone 55 il Bibione che ora, dopo due fusioni, rappresenta tutte e tre le squadre del comune di San Michele sembra ben determinato fin dall’inizio vincendo all’esordio per due a zero sul terreno della Fossaltese; nell’altra gara del girone il Lugugnana regola di misura la Nuova Caorle per due a uno. Per finire passiamo al quadrangolare numero 56 che ha riservato una certa sorpresa, almeno nel risultato finale, nel match fra Corbolone e Vigor dove i cintesi rifilano un pesante cinque a uno ai padroni di casa del Corbolone, una formazione che lo scorso anno è giunta fino ai play-off, ma che quest’anno sembra aver cambiato non solo l’allenatore.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*