In testa vincono Bibione, Cavallino e Fossaltese, l’Eraclea pareggia a Lugugnana

 In testa vincono Bibione, Cavallino e Fossaltese, l'Eraclea pareggia a Lugugnana

Lugugnana – Città di Eraclea

Dopo la sconfitta patita la precedente domenica ad Eraclea la capolista Bibione riprende la propria corsa in solitaria superando la Vigor per 3-0. Tutte e tre le reti dei bibionesi arrivano nella ripresa: sblocca il risultato Consorte poi ci pensa il solito Colle a chiudere la gara con una doppietta, quanto basta al Bibione per respingere l’attacco portato dalle dirette inseguitrici che ora si sono anche frazionate dopo il pareggio dell’Eraclea a Lugugnana. A meno cinque dalla capolista rimangono Cavallino e Fossaltese entrambi vincenti: i cavallinotti mettono a nudo il principale difetto del Pramaggiore: la discontinuità di risultati. Con tre vittorie consecutive il Pramaggiore aveva raggiunto il quinto posto dando l’illusione di poter competere con le prime, poi invece è arrivato lo zero a zero a Quarto d’Altino ed ora la sconfitta interna con il Cavallino. Decisamente più costante il rendimento della Fossaltese che regola per 3-0 il Sindacale rimanendo assieme al Cavallino sulla scia del Bibione. Perde terreno il Città di Eraclea che aveva l’impegno più difficile, unica fra le prime quattro a non aver fatto bottino pieno perchè bloccata sul pareggio in casa di un Lugugnana che ha messo in mostra le consuete caratteristiche che hanno contraddistinto le formazioni lugugnanesi in queste ultime due stagioni: grinta, determinazione e tenacia. Entrambe le squadre hanno cercato la vittoria fino all’ultimo istante, alla fine ne è uscito un pareggio che non accontenta nessuna delle due ma che è sembrato il risultato più giusto per quanto si è visto sul campo.

Si sta dilatando il divario fra l’alta e la bassa classifica con la conseguenza che le compagini occupanti le posizioni considerate di centro classifica si ritrovano a due passi dalla temuta zona play-out. Succede che una squadra perdendo un paio di gare consecutive mette all’improvviso in seria discussione la posizione tranquilla che si era guadagnata, questo è quanto sta succedendo a Gainiga e Vigor. Entrambe sono appena incappate in un paio di sconfitte che rimettono in discussione la loro classifica, con una differenza però: i cintesi hanno ceduto di fronte alle prime due della graduatoria al contrario del Gainiga che ha perso le ultime due gare affrontando la Giussaghese e l’Aurora San Nicolò subendo tre reti da entrambe e realizzandone una sola. Torna alla vittoria l’Altino, i tre punti in casa altinate mancavano dal 18 novembre e la classifica si era fatta assai precaria con il risucchio in zona play-out dalla quale riemergono ora con il successo esterno ottenuto a Treporti, una vittoria sofferta propiziata da una autorete. Sull’altra sponda, quella treportina, l’ottava sconfitta stagionale peggiora una classifica già traballante con l’ingresso in zona play-out. Terzo risultato utile consecutivo per la Nuova Caorle, dopo due vittorie consecutive mister Rossignoli ottiene un pareggio esterno sul terreno del Passarella che non basta però per uscire dalla zona play-out. Pareggiano anche Giussaghese e Villanova in uno degli scontri diretti per la salvezza, gli ospiti passano per primi in vantaggio su calcio di rigore ma vengono in breve raggiunti dalla rete di Caracciolo e domenica prossima la Giussaghese sarà in trasferta proprio ad Eraclea.

 

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*