Jesolo – Città di Eraclea (Gazzettino)

Ci si aspettava onestamente di più dallo scontro tra Jesolo e Città di Eraclea, prima e quarta forza del campionato, ed invece il derby delle spiagge è filato via in modo affannoso, a tratti quasi irritante. E di parate decisive dei due portieri nemmeno l’ombra. Primo tempo di leggera prevalenza ospite, dopo i primi minuti arrembanti (gli unici della partita, tra l’altro) dei nerazzurri. Al 20′, Franco Martin gira in porta un cross proveniente dalla destra, ma il tiro è centrale e Lucchetta blocca. Al 24′, Crosariol mette in mezzo un pallone d’oro sul quale Alberto Tonetto non arriva per poco. Ancora Tonetto al 25′, Lucchetta è attento sul suo palo. Lo Jesolo si fa vivo alla mezz’ora: gran tiro di Saramin dai venti metri che sfiora il palo. Al 36′ Sforzin è costretto a respingere sulla linea l’incornata dell’ariete Ciriello. L’occasione più ghiotta al 38′: Sforzin inventa un passaggio filtrante per Enrico Tonetto che, tutto solo davanti a Lucchetta, calcia debolmente fuori. Lo spavento non sveglia i padroni di casa, che appaiono stanchi, svogliati e, nella ripresa, non scendono in campo con la solita grinta dimostrata nelle seconde frazioni di gioco delle precedenti gare: l’unico acuto, se così si può definire, è di Bonaventura, un tiro potente che finisce alto di poco (19′). Proprio quando la partita sembra incanalarsi sui binari del più classico degli 0-0, arriva l’ultimo brivido per i tifosi di casa: Franco Martin scodella in area un pallone che Lucchetta smanaccia sui piedi di Enrico Tonetto, ma l’intervento in contrasto di Mamprin è provvidenziale. Ora, lo Jesolo sarà atteso da due trasferte, i recuperi contro Muranese e Cessalto, rispettivamente il 28/12 ed il 4/1.

Dal Gazzettino del 22.12.2008

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*