La Muranese cade al Lido ma le dirette inseguitrici non ne approfittano

 La Muranese cade al Lido ma le dirette inseguitrici non ne approfittano

Pro Roncade – Città di Eraclea

La capolista Muranese dopo lo striminzito zero a zero casalingo ottenuto con la Pro Roncade subisce la sua terza sconfitta stagionale nel derby giocato al Lido di Venezia, la precedente patita a Marghera risaliva al 7 dicembre. Sambo di testa realizza il gol partita ed il Nettuno Lido festeggia questa prestigiosa vittoria risalendo a due punti dalla zona play-off. In casa muranese si può comunque abbozzare un mezzo sorriso citando il proverbio: “mal comune mezzo gaudio” perchè le dirette inseguitrici della capolista non sanno cogliere questa favorevole occasione per operare la rimonta. Lo Jesolo e la Pro Mogliano pareggiano in trasferta, va ancora peggio a Marghera e Città di Eraclea che incassano una brutta sconfitta. Dopo la convincente vittoria sul Noventa ci si era sbilanciati a parlare di ripresa per la squadra eracleense ed invece questa ha dato dimostrazione di essere ancora convalescente tornando battuta dalla trasferta di Roncade dove non ha mai dimostrato di poter avere la meglio sull’avversaria. Primo tempo abulico e senza emozioni, ripresa costellata dagli errori a tutto campo del Città di Eraclea e dell’arbitro Canova. La Pro Roncade ha vinto senza alcuna difficoltà grazie all’inconsistenza che la formazione eracleense ha dimostrato nell’occasione ed alle due clamorose sviste arbitrali: primo gol viziato dal fuorigioco, secondo ottenuto con un rigore inesistente. Questo è l’epilogo di un un periodo decisamente poco felice per il Città di Eraclea che determina anche l’uscita dalla zona play-off ad opera di un Bibione rinato che a Marghera ottiene la sua quinta vittoria consecutiva scavalcando in un colpo solo la stessa Marghera ed il Città di Eraclea, due dirette antagoniste per la zona spareggi che stanno attraversando un momento di flessione. Una grande performance se si considera che prima di questa striscia vincente il Bibione navigava in nona posizione a soli tre punti dalla zona play-out. La Pro Mogliano che è considerata la prima antagonista della Muranese per la vittoria finale non riesce ad avere la meglio sul Caorle pareggiando per uno a uno dopo il vantaggio iniziale ottenuto con una gran conclusione di capitan Touta, le occasioni per una seconda rete ci sono state ma il calcio di rigore trasformato da Agostini riporta il risultato in parità lasciando qualche speranza di play-off anche per i padroni di casa del Caorle.

La Pro Mogliano rosicchia un solo punto alla Muranese e mantiene la seconda piazza in comproprietà con lo Jesolo che impatta allo stesso modo dei moglianesi in quel di Corbolone. Buona la partenza degli jesolani che sbloccano il risultato ad inizio gara con Ciriello ma poi non riescono a chiudere la contesa con un’altra rete e Giacomini durante la ripresa trasforma il penalty che evita la sconfitta alla formazione diretta da Boccalon. Compatto e nutrito il gruppo di squadre che occupa il centro classifica dove a causa di una corta graduatoria gli obiettivi sono addirittura due: evitare di avvicinarsi troppo alla zona play-out e contemporaneamente fare l’occhiolino a quella dei play-off. Tre le squadre raggruppate a quota 31: oltre al Caorle ci sono anche Musile e Silea. Queste ultime due hanno vinto i loro rispettivi impegni scalando una posizione di classifica. Il Musile è riuscito ad aver ragione del pericolante Cessalto seppur faticando a trovare la prima rete per la quale si è dovuto attendere la mezz’ora della ripresa momento in cui Bagolin sfrutta un calcio d’angolo per la correzione vincente, poi sul finale di gara ci pensa Ferrari a chiudere la contesa fissando il 2-0 finale. I trevigiani del Silea si impongono a Mazzolada dove i locali in serie negativa da lungo tempo sono oltretutto poco fortunati nei loro tentativi offensivi recriminando al contempo per alcune decisioni arbitrali che a quanto pare li hanno penalizzati. Se per il Silea la zona play-out è oramai un vecchio ricordo per il Mazzolada la posizione di classifica è sempre preoccupante quanto quella del Cessalto e del fanalino di coda Meolo che ha ceduto per 3-2 ad un Noventa che non ha alcuna intenzione di farsi risucchiare nella zona spareggi per la salvezza. Combattuta e sofferta la vittoria dei noventani che si fonda sulla tripletta dell’ex torresano Pasqualini abile a scattare sul filo del fuorigioco per presentarsi solitario davanti al portiere, ora la sua squadra ha tre punti di vantaggio sulla quintultima posizione occupata dal Sanstino Corbolone. Per concludere la solita occhiata al calendario che per la prossima domenica mette in evidenza le seguenti sfide in ottica play-off: Muranese – Caorle, Jesolo – Marghera, Pro Mogliano – Musile e Città di Eraclea – Nettuno Lido. Ognuna di queste società si aspetta qualcosa di importante da queste gare: da Muranese, Marghera e Città di Eraclea una pronta riscossa mentre da Musile e Nettuno Lido una conferma dopo le ultime vittorie.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*