La nostra solidarietà. “Ricordando Giuliano”

 La nostra solidarietà. "Ricordando Giuliano" L’A.C.D. Città di Eraclea non è solo calcio, ma anche solidarietà verso i più bisognosi. Dopo la scomparsa nel 2003 di Giuliano Boatto, giovane attaccante dell’Eraclea, al calciatore è stata intitolata la tribuna dello stadio comunale eracleense, in seguito però per ricordare Giuliano è iniziato un lungo percorso di solidarietà. E’ così che dal 2004 la società calcio ha iniziato a collaborare assieme ai genitori ed amici di Giuliano per raccogliere i fondi necessari per costruire alcune importanti opere in Africa, cioè in uno di quei continenti dove la popolazione del luogo ha bisogno di molte cose per superare le molteplici difficoltà della vita quotidiana. A tal scopo sono stati organizzati dei tornei di calcio giovanile di livello internazionale ed alcune gare amichevoli alle quali hanno partecipato ex calciatori della seria A. Con la raccolti dei primi fondi in Tanzania, presso Iringa, è stato costruito un centro culturale che comprende una biblioteca ed un centro sportivo con la relativa attrezzatura necessaria. Tali opere sono state realizzate con il Vescovo del luogo: Monsignor Tarcisio Ngalalekumtwa.
 La nostra solidarietà. "Ricordando Giuliano"  La nostra solidarietà. "Ricordando Giuliano"  La nostra solidarietà. "Ricordando Giuliano"
Portata a termine l’opera in Tanzania il percorso di solidarietà è proseguito con un ambizioso progetto atto a costruire un piccolo ospedale in Uganda presso Masaka. Si tratta di una struttura di primo soccorso dove possono accedere gli abitanti dei 6 villaggi limitrofi. Per Don Benedetto è un sogno che si realizza dopo aver visto morire tanti bambini e varie donne di parto proprio a causa della mancanza di una struttura sanitaria nelle vicinanze.  La nostra solidarietà. "Ricordando Giuliano" Questo piccolo ospedale è stato costruito con i fondi raccolti ad Eraclea e Torre di Fine grazie alla effettiva collaborazione del Città di Eraclea, dell’Avis provinciale, dell’Associazione Carabinieri provinciale, dell’istituto Itis Volterra di San Donà di Piave e della squadra delle Frecce Tricolori di Rivolto. Con la manodopera degli abitanti del luogo la struttura sanitaria si è basata su un progetto di un tecnico eracleense amico di Giuliano. L’inaugurazione è prevista per la fine di gennaio 2008. Sempre a Masaka (Uganda) continua l’iniziativa di aiuto ai bisognosi del luogo con la costruzione di un pozzo per la raccolta dell’acqua che in Africa è considerata fonte di vita. Le iniziative di solidarietà proseguiranno anche negli anni a venire sempre con la collaborazione fra l’A.C.D. Città di Eraclea ed i genitori di Giuliano che assieme rivolgono un appello a quanti desiderano contribuire con la loro partecipazione. Ringraziando quanti fino ad ora hanno collaborato e quanti in futuro vorranno partecipare la società calcio ed i genitori di Giuliano Boatto rimangono a disposizione con i loro contatti telefonici e di posta elettronica.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*