La Pro Roncade strapazza il Bibione, per lo Jesolo è un ritorno in vetta

 La Pro Roncade strapazza il Bibione, per lo Jesolo è un ritorno in vetta

Musile – Città di Eraclea

Dura una sola domenica il primato della Muranese, gli isolani vanno a far visita alla pericolante Mazzolada e ne esce uno zero a zero avaro di emozioni per il pubblico presente che mantiene inespresse le speranze delle rispettive società. Entrambe auspicavano una vittoria, il Mazzolada per uscire dalla zona play-out e la Muranese per difendere la prima posizione appena conquistata ed invece il punticino portato a casa dagli isolani non è sufficiente per evitare il sorpasso dello Jesolo che si getta alle spalle la brutta sconfitta subita sette giorni prima a Bibione trovando gloria nel match con il Silea. La squadra trevigiana nonostante i buoni propositi di rimettersi in carreggiata finisce col subire a Jesolo la sua quinta sconfitta stagionale limitando a due soli punti il suo bottino esterno. Eppure la squadra di mister Biscaro si era resa protagonista di un buon avvio dapprima sfiorando il vantaggio ed in seguito realizzandolo con Cavallin, in seguito però a causa delle disattenzioni difensive e di un pizzico di sfortuna deve alzare bandiera bianca ai padroni di casa jesolani che riassaporano così la vetta della graduatoria. La notizia della domenica è invece la prima sconfitta in campionato per la sorprendente matricola Bibione, una inattesa e pesante battuta d’arresto sia per il risultato, un secco quattro a uno, che per l’avversario che l’ha inflitta: l’ex fanalino di coda Roncade che sembrava in piena crisi. Forse i bibionesi hanno sottovalutato l’impegno ed i roncadesi ne hanno prontamente approfittato per rifilare quattro sberle all’enfant prodige del girone G, una buona prestazione che porta certamente una buona iniezione di fiducia in casa trevigiana. Il Bibione scende di un solo gradino dalla seconda alla terza posizione ed ora è tallonato ad solo punto di distanza dal duo Marghera Pro Mogliano.

Per entrambe la decima giornata si conclude con un pareggio per uno a uno, la Pro Mogliano lo ottiene fuori di casa impattando a San Stino dove le due squadre provano ad offendersi durante il primo tempo accontentandosi poi del pari acquisito durante la ripresa. Di diversa fattura l’uno a uno del Marghera che le prova tutte per riuscire a bucare il bunker preparato dal saggio Boer, ma il fortino del Cessalto oltre a resistere a lungo è capace anche di smistare più di qualche insidioso pallone a favore di Piovesan bravo ad impensierire da solo la difesa dei margherini, ancora di più quando porta in vantaggio i suoi. Per il Marghera che aveva a lungo tenuto in pugno il pallino della gara è sembrata una vera e propria beffa, in seguito limitata dalla rete del pareggio realizzata da Meneghel quasi allo scadere. Il Città di Eraclea si stacca di un punto dal gruppo play-off dopo la sconfitta di strettissima misura patita a Musile. La striscia positiva dei ragazzi diretti da mister Tasca si ferma a cinque gare consecutive a causa di un rigorino concesso dall’arbitro a sette minuti dal termine di un match poco spettacolare durante il quale le due squadre hanno messo in evidenza ben poco in fase offensiva e che fino al momento della massima punizione sembrava destinato ad un logico ed equo zero a zero finale. Il Città di Eraclea ed il Nettuno Lido vengono agganciate a quota quindici da un sorprendente Noventa capace di espugnare con un limpido tre a uno il Reggio del Lido di Venezia sfruttando le doti contropiedistiche di Pasqualini il quale subentra alla mezz’ora della ripresa mettendo in breve a segno la doppietta vincente. A centro classifica il Caorle non riesce certo a compiere grossi passi in avanti nella gara casalinga contro il Meolo che termina a reti inviolate, un risultato che soddisfa solamente gli ospiti ma non le speranze d’alta classifica della formazione diretta da Padovese. Domenica prossima la gara di cartello si giocherà a Mogliano dove arriverà il Marghera, due fra le società che hanno allestito una squadra attrezzata per tentare il salto di categoria e che al momento risiedono nei quartieri alti della classifica; il Città di Eraclea invece cercherà il pronto riscatto ospitando l’enigmatico Mazzolada.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*