La serie positiva dell’Eraclea in coppa si ferma a Lugugnana.

 La serie positiva dell'Eraclea in coppa si ferma a Lugugnana.

Lugugnana – Città di Eraclea

Non è stato certo un mercoledì da ricordare per il Città di Eraclea, nel giro di poche ore alla notizia della stangata subita dal giudice sportivo per la triste vicenda Cavallino si aggiunge anche questa sconfitta patita sul terreno del Lugugnana in una gara valida per il Trofeo Veneto. Rispetto a quella messa in campo domenica scorsa la formazione granata subisce altre modifiche per le assenze di Finotto, Zanusso e Follador infortunati, Vallese e Cadamuro per motivi personali, più quella dello squalificato Sforzin. A queste si aggiungono Franco Martin e Conte che partono dalla panchina per una specie di turn-over. Il leit motiv della gara ha visto il Città di Eraclea effettuare un buon possesso di palla senza però mai riuscire a concretizzare con una giusta finalizzazione al contrario del Lugugnana che quando ha affondato nell’area ospite si è dimostrata pericolosa ed opportunista, lo dimostrano i due gol messi a segno. Il primo arriva al 16′ minuto con un’azione che parte dai piedi di Piva, la sua discesa sulla fascia sinistra si conclude con un lungo traversone sul quale Balsarin esce dai pali e vola in tuffo per abbrancare il pallone, ma nella ricaduta a terra gli sfugge la sfera che è preda di Dalla Bona lesto a spingerla nella porta indifesa. In questo modo l’Eraclea che tutto sommato aveva avuto una buona partenza di gara si ritrova dopo un solo quarto d’ora a dover rincorrere una squadra tosta e ben messa in campo come il Lugugnana. I granata hanno appena il tempo di provare a riorganizzarsi che i padroni di casa mettono un altro brivido alla loro schiena a seguito di un calcio di punizione dalla lunga distanza che Quarel batte con una secca staffilata mandando il pallone ad infrangersi sul palo alla sinistra di Balsarin.

L’Eraclea ha una buona occasione per pareggiare a pochi minuti dal termine della prima frazione di gara quando Margherito su un lungo rilancio scatta in profondità prendendo il tempo al suo marcatore e si presenta solo nell’area avversaria a quel punto, con notevole ritardo, l’arbitro lo ferma fischiando un fuorigioco che è parso inesistente. La ripresa è caratterizzata dalla classica girandola di sostituzioni, cinque per parte, che oltre a stravolgere le formazioni spezzano il ritmo della gara con molteplici interruzioni. I granata continuano a cercare il pareggio illuminati da un Tonetto in grande serata ma prima Fregonese, Villa e Margherito e poi i neo entrati Conte e Franco Martin non riescono mai a liberarsi dell’arcigna difesa locale per provare la stoccata vincente. Al 32′ del secondo tempo il Lugugnana mette fine alle speranze ospiti con un’azione di rimessa che si conclude con un preciso assist a favore di Franzo liberissimo a ricevere palla a pochi passi dalla porta eracleense da dove ha gioco facile ad infilzare Balsarin nell’angolo basso alla sinistra del portiere. La serie di vittorie consecutive dell’Eraclea in coppa si ferma a quota quattro ed ora è il Lugugnana a trovarsi avvantaggiata nella corsa alla qualificazione anche se l’ultima parola sarà detta mercoledì 7 novembre.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*