Nettuno Lido – Città di Eraclea 1-1

NETTUNO LIDO
CITTA’ DI ERACLEA
Longo
1
Giro
Bajo
2
Bincoletto
Ruzzene
3
Fralonardo
Boscolo
4
Panont
Vianello
5
Bozzatto (67′ Roman)
Scarpa A.
6
Margherito
Toffolo
7
Vallese
Scarpa D.
8
Tonetto E.
(Vianello L.) Sambo
9
Franco Martin
(70′ Zanus) Busatto
10
Bezerra (65′ Bortoluzzo)
(65′ Barbini) Peris
11
Marian (84′ Tonetto A.)
Busetto
All.
Tasca
Arbitro: Costantini di Mestre
Marcatori: 38′ Tonetto E. (E), 57′ Toffolo (N)(rig.)
 Nettuno Lido - Città di Eraclea 1-1 Cronaca: Il Città di Eraclea ritorna in laguna a distanza di un solo mese dalla prima trasferta di Murano con la consapevolezza di dover affrontare un’altra tosta avversaria che può essere messa in difficoltà solo se affrontata con grande determinazione, massimo impegno e concentrazione per tutta la durata della gara. Il tre a zero subìto in casa della Muranese serve anche a ricordare che queste sono squadre molto motivate quando giocano davanti al proprio pubblico ed è importante quindi evitare di farsi sopraffare fin dall’inizio lasciando il meno possibile l’iniziativa agli avversari. Mister Tasca ha oramai fatto l’abitudine alle continue defezioni che perseguitano la sua rosa, la sua preoccupazione è in parte mitigata dalla consapevolezza che i ragazzi che manderà in campo, chiunque siano, sono preparati al pari degli assenti a svolgere bene il loro compito. Squadra che ha vinto e convinto non si tocca e così viene confermato l’undici iniziale della precedente domenica che ha avuto la meglio sulla Pro Roncade, nel Nettuno Lido invece rispetto al derby con la Muranese terminato a reti inviolate mister Busetto rinuncia a Ricciardi e si porta Storelli, Zanus e Barbini in panchina. In avvio di gara i padroni di casa provano a prendere in mano le redini del gioco ma il Città di Eraclea non si fa sorprendere affrontandoli con la giusta determinazione, al 13′ minuto ecco la prima vera conclusione in porta a seguito di un’azione corale del Nettuno che si conclude con un’apertura centrale per Sambo lesto poi a calciare dal limite cercando di sorprendere Giro con un rasoterra sul quale il numero uno granata si oppone con un tuffo alla sua destra per deviare la minaccia. Trascorrono una decina di minuti ed ecco la risposta dell’Eraclea che porta gli ospiti a sfiorare il vantaggio: Bozzatto conquista un calcio di punizione da posizione interessante, per la battuta si preparano Enrico Tonetto e Franco Martin, è proprio quest’ultimo a tentare la trasformazione con una secca conclusione che mette in evidenza i riflessi di Longo bravo ad allungarsi verso destra per deviare con la punta delle dita la sfera in angolo (nella foto a fianco). E’ un buon momento per i granata che proseguono a macinare gioco nella metà campo avversaria, i lidensi cercano di contrapporsi come possono, ma l’iniziativa rimane nelle mani degli eracleensi fino a sfociare nella spettacolare rete del meritato vantaggio. Il tutto al 38′ minuto di gioco quando il Città di Eraclea imposta un’azione sulla fascia sinistra con il terzino Fralonardo, buona anche questa volta la sua prestazione complessiva, per poi proseguire con una apertura verso il centro a favore di Enrico Tonetto il quale dai 20 metri lascia partire una incredibile conclusione ad effetto che finisce per spiovere proprio all’incrocio dei pali lasciando di stucco Longo che immobile si limita ad osservare il pallone che entra in rete. L’Eraclea gestisce senza alcuna difficoltà l’uno a zero fino all’intervallo anche perchè i lagunari non si sono immediatamente ripresi dallo svantaggio subìto. Ad inizio ripresa però il Nettuno parte più convinto e deciso presidiando la metà campo dei granata per i primi 10 minuti, il Città di Eraclea comunque non sbanda minimamente e sembra in grado di controllare la sfuriata degli avversari che al 12′ minuto ricevono un omaggio dal direttore di gara. Sambo a centro area con le spalle alla porta è marcato stretto da Panont quando viene cercato da un lancio di un compagno di squadra, l’azione sembra però terminare con un nulla di fatto perchè la punta lidense non pare in grado di addomesticare il pallone e non potendo far altro pensa bene di lasciarsi scivolare a terra. Dopo un attimo di indecisione il signor Costantini di Mestre fischia, ma invece di ammonire Sambo per simulazione indica il dischetto del rigore fra l’incredulità degli eracleensi. Il contestatissimo penalty viene trasformato da Toffolo per il pareggio dei padroni di casa, una beffa per il Città di Eraclea che fino a quel momento aveva interpretato la gara nel migliore dei modi ed ora questo fattaccio ne smorza l’entusiasmo che si era creato. Al contrario la rete carica il Nettuno che prova anche a rovesciare il risultato andandoci vicino al 27′ minuto con un tiro-cross scagliato dal centro sinistra verso il secondo palo della porta difesa da Giro che si oppone da campione con un gran balzo che gli permette di deviare smanacciando. Franco Martin e soci però non stanno a guardare e, nonostante la stanchezza dovuta ad una generosissima prestazione, vanno a loro volta vicinissimi al due a uno proprio per merito del capitano granata che si fa trovare pronto su un preciso servizio di Enrico Tonetto che gli alza una palla verso il centro area dove Franco Martin la gira di testa cercando di metterla appena sotto la traversa, ci vuole una prodezza di Longo per salvare la porta dei lagunari alzando la sfera in angolo. Non succede niente altro di particolare fino allo scadere per questo pareggio che lascia l’amaro in bocca alla formazione diretta da Fabrizio Tasca per il modo in cui è maturato, da una decisione inconcepibile presa da un baby fischietto che non è sembrato certamente all’altezza della situazione. Non c’è però solo amarezza per il Città di Eraclea ma anche il lato positivo di questa trasferta in laguna che è quello di portare a casa un buon punto da una insidiosa gara che è stata oltretutto affrontata in formazione rimaneggiata.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*