Nettuno Lido – Città di Eraclea 1-1

NETTUNO LIDO
  CITTA’ DI ERACLEA
Longo
1
Mancuso
Berto
2
Campardo
Esposto
3
Fralonardo
Ruzzene
4
Siviero
Barbini
5
Pomiato
(85′ Ballarin) Scarpa A.
6
De Marchi
Vianello L.
7
Tagliapietra (71′ Cardea)
Zanus
8
Guglielmi
(75′ Bon) Sopradassi
9
Bullo
(68′ Fabris) Busato
10
Marian (73′ Fregonese)
Vianello A.
11
Polesel (58′ Costantini)
Busetto
All.
Piccolo
Arbitro: Bozzo Marco di San Donà di Piave
Marcatori: 25′ Bullo (E), 77′ Bon (NL)
 
 Nettuno Lido - Città di Eraclea 1-1 Cronaca: Un altro pareggio che sta assai stretto al Città di Eraclea per il numero di limpide occasioni da rete che la squadra granata ha fallito in una gara che avrebbe potuto e dovuto chiudere prima di subire la rete beffa che ha portato al pareggio lidense. Mister Piccolo si presenta al Lido con un classico 4-4-2 che questa volta presenta Marian ad affiancare in attacco Bullo fin dal primo minuto, dietro a loro giostrano Guglielmi e Polesel. Fin dalle prime battute del match il Città di Eraclea sembra la più determinata a cercare la via del gol che trova con pieno merito grazie ad una grande giocata di Bullo al 25′ del primo tempo. Nell’azione il centravanti granata è lesto a recuperare palla sulla trequarti approfittando di un corto rinvio di Esposto addomestica la sfera salta di netto un primo difensore e prima di venire contrastato da un secondo avversario confeziona una gran conclusione dal limite dell’area che va ad insaccarsi all’incrocio dei pali alla sinistra dell’impotente Longo. Oltre all’abbraccio dei suoi compagni di squadra Maurizio Bullo (nella foto a fianco) raccoglie anche il meritato applauso di tutta la tribuna lidense. Dopo aver trovato il vantaggio il Città di Eraclea non tira certo i remi in barca ed evita qualsiasi genere di difensivismo proseguendo nella sua tattica offensiva che le frutta alcune clamorose occasioni per portarsi sul 2-0, opportunità che i ragazzi di mister Piccolo sono tanto bravi a costruire quanto imprecisi al momento di concretizzare. Da ricordare le due capitate sui piedi di Marian in particolar modo quella avuta quando un grande assist di Bullo gli permette di presentarsi solo davanti al portiere, chance che Marian spreca calciando proprio sul numero uno avversario in uscita. Anche Costantini che durante la ripresa aveva sostituito Polesel, autore fino a quel momento di alcune deliziose giocate, ha una bella occasione per realizzare la sua prima rete in maglia granata nel momento in cui palla al piede punta diretto in porta e decide sull’uscita del portiere di saltarlo in dribbling, azione che gli riesce solo in parte perchè dopo aver saltato l’estremo lidense trova la chiusura di un difensore che salva i padroni di casa dal secondo gol. Grandi giocate e zero rischi subiti per il Città di Eraclea fino alla mezz’ora della ripresa, manca però quella seconda rete che chiuderebbe definitivamente le sorti del match ed in questi casi, si sa, l’insidia rimane sempre in agguato, basta una distrazione e la vittoria sfuma. Un presagio che diventa triste realtà al 32′ minuto quando il neo entrato Cardea che aveva sostituito un buon Tagliapietra commette un fallo, forse inutile, fuori dall’area con i padroni di casa che giocano il conseguente calcio di punizione scodellando il pallone all’interno dell’area. Il portiere granata Mancuso chiama palla e si avventa su di essa abbrancandola, a quel punto però succede l’imprevisto perchè lo stesso portiere perde la presa sulla sfera ed il giovane lidense Nicola Bon non perde certo la ghiottissima occasione di spingerla in fondo al sacco fra l’incredulità della panchina eracleense che ripensa a tutte le opportunità avute in precedenza senza essere riusciti a concretizzarle. Il calcio è anche questo, la sua legge a volte è spietata nei confronti di chi aveva fatto molto per meritarsi i tre punti in palio, per il Nettuno Lido invece arriva un pari sotto forma di dono che per buona parte della gara sembrava essere una difficile impresa da realizzare. Al termine uno sconsolato mister Piccolo accetta il verdetto del campo consolandosi con quanto di buono ha dimostrato la sua squadra in questa trasferta del Lido di Venezia, la grigia prestazione offerta dal Città di Eraclea la settimana precedente nel confronto con la Libertas Ceggia sembra essere stata archiviata in breve tempo. Un buon viatico per le tre gare da disputare prima della pausa natalizia durante le quali la squadra eracleense dovrà fare tutto il possibile per migliorare una posizione di classifica tutt’ora assai precaria.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*