Nona di ritorno: altre gare rinviate, il Mazzolada si riprende la vetta

 Nona di ritorno: altre gare rinviate, il Mazzolada si riprende la vetta La scorsa settimana tre gare non si sono disputate a causa della pioggia e dei campi allagati, questa volta ci si è messo il forte vento a rendere difficoltosa se non impossibile, in un paio di casi, la disputa del match in programma. Per quanto riguarda la situazione del girone O piuttosto che l’ennesimo cambio al vertice della classifica ci sembra faccia più notizia la pesante sconfitta patita in casa dall’Eraclea, pesante non tanto per il risultato in se, che oltretutto non fotografa a dovere la gara, ma per le ripercussioni che potrà avere in vista del finale di stagione per la società granata. Dopo questo passo falso le chance per la società granata di poter evitare i play-out si riducono ulteriormente senza considerare il fatto che ora si dovrà guardare anche le spalle dal tentativo di rimonta del Bibione Cesarolo che non ha certo perso le speranze di abbandonare l’ultima piazza. I sostenitori dell’Eraclea si erano illusi dopo un buon primo tempo della propria formazione che era terminato in parità, uno a uno, ma durante la ripresa le speranze di fare bottino pieno sono naufragate a causa di tre contropiedi vincenti del Treporti, ora l’Eraclea è stata scavalcata anche dal redivivo Torre di Mosto che dopo tre sconfitte consecutive torna alla vittoria grazie al proprio tridente d’attacco: Pasqualini, Puppulin, Caminotto capaci di infliggere quattro reti al pur quotato Caorle.

Poco sopra la Vigor raccoglie un punto quasi in extremis rimontando a cinque minuti dalla fine lo zero a due iniziale con il quale il fanalino di coda Bibione Cesarolo stava vincendo a Cinto Caomaggiore. In zona play-out ha fatto il suo ritorno anche il Burano alla terza sconfitta consecutiva che matura in laguna ad opera di un Villanova corsaro che cerca così di mantenersi al di fuori di una zona di classifica poco piacevole. Oltre alle citate ci sono altre formazioni coinvolte nella corsa alla salvezza come il San Michele che fra le mura amiche patisce una sconfitta da considerarsi onorevole se si pensa che lo zero a uno porta la fìrma della capolista Mazzolada. Con una gara in meno il San Michele ha gli stessi punti della Fossaltese, quest’ultima viene beffata al primo minuto di recupero da una rete di Ceccato che permette al Ponte Crepaldo di incamerare tre punti per mettere una seria ipoteca sulla propria partecipazione ai play-off. A differenza della zona play-out quella play-off sembra delinearsi in maniera sempre più chiara, rimane l’incognita della quarta partecipante con Corbolone e Lugugnana a disputarsi il posto, una sfida che per il momento vede leggermente favorito il Corbolone visto che oltre al punto di vantaggio ha anche una gara in più da recuperare. A causa del forte vento che ha incessantemente sferzato i campi da gioco la gara Nuova Caorle-Corbolone è stata sospesa dopo soli dieci minuti mentre Lugugnana-Jesolo non è nemmeno iniziata. A proposito di gare rinviate e di conseguenti recuperi, la gara fra Mazzolada ed Eraclea non disputata domenica 5 marzo sarà recuperata mercoledì 15 marzo a Concordia Sagittaria con inizio alle ore 20.30. 

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*