Noventa – Città di Eraclea 0-0

NOVENTA
  CITTA’ DI ERACLEA
Minuzzo
1
Lucchetta M.
(63′ Schioppalalba) Rossetto
2
Fralonardo
Andreuzza
3
Furlan
Giacomini
4
Campardo (70′ Fregonese)
Turchetto
5
Pomiato
Lorenzon
6
Tagliapietra (61′ Cardea)
Guerra G.
7
Valeri (76′ De Marchi)
Guerra A.
8
Callegaro
(80′ Sfera) Polita
9
Bullo
Visentin
10
Guglielmi
(87′ Lucchetta) Ferrarese
11
Marian (67′ Fregonese)
Bergamo
All.
Piccolo
Arbitro: Valerio Andrea di Portogruaro
Marcatori:
 
 Noventa - Città di Eraclea 0-0 Cronaca: Qualche rammarico a fine gara nello spogliatoio granata per un paio di buone occasioni da gol avute nel primo tempo e fallite per l’imprecisione in fase di conclusione misto ad una certa soddisfazione per aver incamerato il primo punto della stagione ottenendolo in un campo ostico come quello del Noventa dove i padroni di casa impostano ogni gara interna con l’unico intento di vincere. Rispetto alla partita d’esordio con il Silea persa in casa per un paio di svarioni difensivi mister Piccolo rimescola alcune pedine del reparto arretrato dando fiducia fin dal primo minuto a Tagliapietra ed al giovane Pomiato, quest’ultimo lo ripaga con una buona prestazione praticamente priva di errori in fase di marcatura. In campo dal primo minuto anche l’esperto centrocampista Callegaro, dopo il precedente problema ad un piede che lo aveva costretto alla panchina contro il Silea lo sfortunato giocatore granata accuserà un malanno muscolare anche negli ultimi minuti di questa gara. I noventani cercano di far valere il fattore campo fin dalle primissime battute cercando di sbloccare il risultato già al terzo minuto con Ferrarese bravo ad incunearsi in un corridoio libero sulla sinistra, la sua sgroppata si conclude con una staffilata dal vertice dell’area alla quale l’attento Lucchetta si oppone con una respinta in tuffo. Corso questo primo pericolo il Città di Eraclea prende in breve le misure agli avanti avversari chiudendo bene gli spazi e risponde con delle azioni manovrate che prediligono la fascia sinistra e che portano la compagine granata per un paio di volte molto vicina al gol attorno alla metà del primo tempo. La prima nasce da un calcio d’angolo battuto da Callegaro, sullo spiovente in area si butta l’avanzato Campardo che colpisce di testa mancando il bersaglio grosso a non più di cinque metri dalla porta (nella foto a fianco). Subito dopo con la panchina granata ancora a discutere la grossa occasione fallita la cosa si ripete quando un traversone dalla sinistra mette l’accorrente Bullo in condizione di colpire di testa da posizione centrale e ravvicinata ma anche questa volta la mira è sbagliata, la sfera sorvola la traversa e sfuma così anche la seconda palla-gol. Un primo tempo combattuto e ricco di rovesciamenti di fronte registra poi una buona occasione a favore dei noventani i quali al 40′ approfittano di una palla persa dell’Eraclea a centrocampo per imbastire un veloce contropiede che porta Visentin alla conclusione dal limite ma Lucchetta si fa trovare pronto per la respinta. Nel secondo tempo la manovra del Città di Eraclea cala gradatamente di ritmo con il passare dei minuti, la temperatura ancora estiva ed il carico della preparazione si fanno sentire sulle gambe dei ragazzi diretti da mister Piccolo, quest’ultimo inizia con lo sostituire Tagliapietra e Marian inserendo forze fresche dalla panchina con Cardea e Fregonese. I granata continuano a presidiare con attenzione la loro metà campo evitando particolari rischi per la porta difesa da Lucchetta che deve intervenire solamente al 24′ minuto quando Ferrarese si rende protagonista di un’altra sgroppata sulla sinistra concludendo poi a mezza altezza sul primo palo, l’estremo ospite chiude la saracinesca respingendo con i pugni. Alla mezz’ora l’Eraclea risponde con una incursione del neo entrato Cardea che scende sulla destra per poi cedere palla a Fregonese, quest’ultimo smista in area per Guglielmi la cui pronta conclusione trova la respinta del portiere Minuzzo. Pubblico di casa annoiato durante la ripresa che si sfoga contro l’arbitro al 39′ quando il fischietto portogruarese ferma Ferrarese lanciato verso la porta per un fuorigioco sull’assist effettuato da Visentin. L’Eraclea stringe i denti nel finale perchè Callegaro accusa un guaio muscolare e non sembra in grado di poter continuare, allo stesso tempo Fralonardo è in preda ai crampi, entrami guardano verso la panchina ma mister Piccolo ha già esaurito le sostituzioni. I tre minuti di recupero se ne vanno tranquillamente poi le due squadre rientrano negli spogliatoi con il classico mezzo sorriso che si ha al termine di una gara equilibrata e terminata di conseguenza sul pari. Si ripensa alle occasioni fallite, in particolar modo alle due mancate dal Città di Eraclea durante il primo tempo, ma al momento può anche essere considerato positivo l’aver mosso la classifica in attesa di tempi migliori.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*