1and : Ormelle – Eraclea 1-0

ORMELLE ERACLEA
Pagnossin
Bernardi
Capraro
Bressan
Citron
(85′ Casagrande)
Miolli
Valentini
Zambon
Piccolo
Cal
Cester
(46′ Visentin)
All. Senatore
De Stefani
Cappelletto
Buratto F.
(46′ Cella)
Buratto M.
Zorzetto
Piovan
Teso Al.
Boatto An.
Pasqual S.
Morando
Pasqual G.
(79′ Conte)
All. De Pieri

Arbitro: Slongo di Bassano (5)

Marcatori: 89′ Cal (O)

Note Espulsi: Cappelletto (E) per doppia ammonizione e De Stefani (E) per proteste

CRONACA:
Anche questa volta la trasferta di Ormelle termina in maniera rocambolesca per l’Eraclea, nell’aprile 97 l’Ormelle sconfisse i granata con il risultato di 4 a 3 e questo sancì la retrocessione degli eracleensi in seconda categoria, ora le due compagini si sono trovate nuovamente di fronte ed ancora una volta la partita è stata combattuta ed avvincente. Purtroppo l’Ormelle si è riconfermata la bestia nera dell’Eraclea visto che i granata dopo aver controllato con ordine e precisione l’avversario ed averlo messo in difficoltà più di una volta hanno dovuto cedere l’intera posta in palio subendo la rete ad un minuto dal termine e giocando in nove contro undici, inferiorità numerica dovuta alle espulsioni del terzino Cappelletto e del portiere De Stefani. La partita era iniziata bene per l’Eraclea, nei primi venti minuti di gioco l’undici granata si è presentato più di una volta dalle parti del portiere di casa, periodo nel quale hanno anche avuto a disposizione un paio di calci di punizione da posizione interessante che comunque non sono stati sfruttati nelle dovute maniere. Il resto del primo tempo vede l’Eraclea affrontare l’avversario a testa alta, con il passare del tempo l’Ormelle, che nonostante sia sceso in campo con una formazione creata per la promozione non riesce a rendersi pericoloso, comincia ad innervosirsi, in particolar modo il più agitato sembra essere il libero Miolli che continua a protestare vivacemente nei confronti dell’arbitro. Se nel primo tempo non ci sono episodi da gol che meritano di essere menzionati, la ripresa inizia con un Ormelle più intraprendente anche perchè l’Eraclea nei primi minuti sta rifiatando, ma al 73′ sono proprio i granata ad avere una limpidissima palla-gol con capitan Morando che a pochi metri dalla porta scaglia un preciso tiro sul secondo palo al quale il portiere Pagnossin risponde con una grande deviazione in calcio d’angolo. L’Ormelle che è sceso in campo con la chiara intenzione di vincere non riesce a trovare la via del gol, a questo punto ci pensa l’arbitro a modificare gli equilibri in campo: dapprima espelle il terzino granata Cappelletto per doppia ammonizione (la seconda è sembrata troppo fiscale) e poi a dieci minuti dalla fine manda anzitempo negli spogliatoi il portiere De Stefani reo di aver protestato troppo vivacemente sull’assegnazione di un calcio di punizione. E’ una terribile mazzata per l’Eraclea che deve sostituire la punta Pasqual G. con il portiere di riserva Conte, quest’ultimo rischia subito di capitolare sul calcio di punizione di Cal che colpisce la parte alta della traversa. Nonostante la netta inferiorità numerica i granata negli ultimi dieci minuti si difendono tenacemente, quando sembrano avercela fatta ad un minuto dal termine a seguito di una tambureggiante ed insistente azione dei padroni di casa subiscono la rete della sconfitta ad opera del solito Cal il quale trovatosi a tu per tu con il portiere lo supera con un preciso diagonale. Non è finita così perchè nei minuti di recupero l’Eraclea deve recriminare nuovamente con l’arbitro per un calcio di rigore non concesso quando su azione di calcio d’angolo Pasqual S. viene strattonato ed atterrato in area, la giacchetta nera nonostante si trovi ad un paio di metri di distanza fa segno che si può proseguire ed un minuto dopo fischia la fine.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*