Pareggiano le inseguitrici, il Bibione ne approfitta per allungare

 Pareggiano le inseguitrici, il Bibione ne approfitta per allungare

Città di Eraclea – Fossaltese

Il big-match dell’ultima giornata di andata si giocava ad Eraclea dove si incontravano due delle tre inseguitrici della capolista Bibione: il Città di Eraclea e la Fossaltese. La gara è terminata sullo zero a zero anche se l’Eraclea ha cercato fino alla fine quella rete che le avrebbe permesso di superare e staccare in graduatoria una diretta concorrente. La Fossaltese si è presentata al comunale assai “abbottonata” ed ha disputato una gara molto accorta in fase difensiva dove non ha commesso alcun particolare errore chiudendo con precisione su qualsiasi minaccia portata dai granata. Sulla sua strada il Città di Eraclea non ha solamente trovato una degna avversaria ma anche una pessima direzione di gara da parte di un fischietto portogruarese che è sembrato a dir poco partigiano nei confronti dei suoi vicini di casa in svariate circostanze come in occasione dei due calci di rigore negati all’Eraclea durante il primo tempo. Con questo pareggio la striscia di vittorie consecutive della squadra granata si ferma a quota nove. Passo falso del Cavallino che ospitava la pericolante Giussaghese della quale non riesce ad aver ragione al termine dei 90 minuti fermandosi sullo zero a zero, un pareggino che mantiene i gialloverdi in seconda posizione a pari punti con Città di Eraclea e Fossaltese. Da questi due pareggi ne trae profitto la capolista Bibione che allunga sulle inseguitrici espugnando senza grosse difficoltà il terreno del Villanova grazie ad una doppietta di Polifcka ed al “consueto” calcio di rigore trasformato da Colle. La zona play-off si conclude con una new-entry, quella del Pramaggiore la cui serie positiva si allunga superando in casa per due a uno l’Aurora San Nicolò formazione che occupa la penultima posizione della graduatoria.

I pramaggioresi salgono così in quinta posizione scavalcando il Lugugnana sul cui rendimento sembrano pesare le gare del Trofeo Veneto. Dopo la gara di ritorno degli ottavi di finale di coppa, peraltro vinta alla grande dai lugugnanesi che hanno battuto ed eliminato il Montello con un sonante 6-1, il Lugugnana va a far visita al Gainiga ed incappa in una sconfitta di misura che la porta momentaneamente al di fuori dalla zona play-off. La vittoria del Gainiga propiziata dalla rete di Andrea Boatto accende qualche speranza anche a quest’ultima di poter puntare alla quinta piazza. A centro classifica prosegue il momento felice della Vigor che pare proprio aver dimenticato il grigio inizio di stagione che l’aveva relegata nei bassifondi della classifica, è ancora Michele Sut ad essere determinante con una doppietta per questa terza vittoria consecutiva dei cintesi che davanti al proprio pubblico hanno avuto la meglio sul fanalino di coda Passarella. Si riprende anche il Treporti, dopo due sconfitte i treportini ritornano a sorridere vincendo per uno a zero in casa del Sindacale il cui rendimento prosegue, come sempre, in maniera altalenante, ma la classifica per il momento non ha aspetti preoccupanti. Preoccupazioni che invece cominciano a sorgere all’Altino che ha totalizzato un solo punto nelle ultime quattro gare giocate, per gli altinati l’ultima sconfitta rimediata a Caorle significa aggancio in zona play-out da dove la stessa Nuova Caorle e la Giussaghese stanno cercando di uscirne. Adesso ci sono tre settimane di sosta per tutti che saranno certamente sfruttate da tutte le società per preparare al meglio l’avvio del girone di ritorno durante il quale sarà considerata determinante qualsiasi gara disputata da chi insegue la solitaria capolista o da chi viceversa gioca per salvarsi.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*