Per la capolista Bibione arriva la prima sconfitta, per il Città di Eraclea l’ottava meraviglia

 Per la capolista Bibione arriva la prima sconfitta, per il Città di Eraclea l'ottava meraviglia

Città di Eraclea – Treporti

Primo neo sul formidabile ruolino di marcia del Bibione, dopo dieci vittorie e due pareggi alla tredicesima gara i bibionesi conoscono per la prima volta in questa stagione il sapore di una sconfitta. Nel match clou della dodicesima di andata si impone il Cavallino che sblocca il risultato in avvio di gara grazie ad un calcio di rigore trasformato da Baldissera, questo minimo vantaggio sembra poter durare fino al termine, ma al 87′ i bibionesi pareggiano con Lunardelli. Il colpo di scena finale però giunge al primo di recupero quando Silotto firma il definitivo vantaggio per il Cavallino che si mette in scia allo stesso Bibione riducendo a quattro lo svantaggio dalla vetta. La Fossaltese invece non approfitta del primo passo falso della capolista perchè fermata sul pari a Gainiga, per due volte in vantaggio è stata in entrambi i casi raggiunta da altrettanti gol dei padroni di casa. Con questo pareggio la Fossaltese perde il secondo posto e viene agganciata in terza posizione dal Città di Eraclea che ottiene la sua ottava vittoria consecutiva superando per 3-1 anche il Treporti. Con una difesa decimata da infortuni e squalifiche l’Eraclea si impone ugualmente e con grande autorevolezza su un avversario, il Treporti, che era in serie positiva da cinque gare. Dietro alle prime quattro il Lugugnana perde terreno rimediando una inattesa sconfitta a Portogruaro sul terreno dell’ex fanalino di coda Aurora San Nicolò, sulla prestazione dei lugugnanesi hanno probabilmente inciso le fatiche di coppa dopo la gara che il Lugugnana ha giocato e perso in casa mercoledì sera con il Montello, per il momento comunque la piazza play-off è ancora salva.

A centro classifica le matricole Gainiga e Sindacale viaggiano a braccetto con 18 punti a testa, la prima ottiene un buon punto contro la più quotata Fossaltese mentre il Sindacale fa valere il fattore campo nel match con la Nuova Caorle al termine del quale si impone di misura per due a uno. Un punto dietro a questo duo ecco il Pramaggiore che prosegue nella sua mini serie positiva superando per due a zero una Giussaghese sempre più in crisi grazie alla doppietta nel finale di gara del suo bomber Lepore. Si sta riprendendo anche la Vigor, proprio in casa dove ha ottenuto dieci dei suoi attuali 14 punti supera l’ostacolo Altino con le reti di Sut e Agnolon raggiungendo così gli stessi altinati ed il Treporti in classifica. Questo trio ha una sola lunghezza di vantaggio sulla zona play-out dove troviamo il Villanova che sta cercando di uscirne ma la vittoria di rigore sul Passarella, nuovo fanalino di coda, non è per il momento sufficiente a tale scopo. Domenica prossima la gara di cartello si giocherà a Lugugnana dove i locali affronteranno il Cavallino cercando di riprendere, dopo l’ultimo passo falso, la strada della vittoria per non sganciarsi dalla zona nobile della classifica. Una prova importante per il Lugugnana, dal canto suo il Cavallino di mister Piccolo proverà a bissare l’importante successo ottenuto contro la capolista sperando al contempo in una impresa del Gainiga a Bibione.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*