Per la Muranese la Promozione è ora una certezza. Pro Roncade ai playout

 Per la Muranese la Promozione è ora una certezza. Pro Roncade ai playout

Città di Eraclea – Jesolo

Alla capolista Muranese sarebbe bastato un pareggio per avere l’aritmetica dalla sua, davanti al proprio pubblico è riuscita a far di meglio vincendo la sfida con il Silea e di conseguenza il campionato 2008/2009 con una giornata di anticipo. Per gli isolani comunque non è stato facile avere la meglio sulla compagine trevigiana, scesa in campo determinata a far bella figura di fronte alla capolista e passata in vantaggio per prima, ci sono voluti anche un paio di calci di rigore assegnati nell’arco di due soli minuti. Alla Muranese che ha fatto della difesa meno battuta del campionato la sua arma vincente vanno i nostri complimenti per il pronto ritorno in Promozione giunto al termine di un girone di ritorno condotto da protagonista. Le inseguitrici, le cui possibilità di rimonta erano già ridotte al lumicino, non possono far altro che prendere atto del successo finale della squadra diretta da mister Tagliapietra, c’è chi lo fa vincendo e chi, al contrario, commette un altro passo falso come la Pro Mogliano che rischia addirittura di farsi beffare in casa dal Cessalto, squadra che occupa il penultimo posto della graduatoria. I moglianesi si ritrovano per due volte in svantaggio per la doppietta di Franzoi recuperando il pareggio definitivo a cinque minuti dal termine, ma questo non consente loro di difendere almeno il secondo posto che ora è occupato dal duo Marghera Musile. La prima era favorita da un calendario che la metteva di fronte al Meolo già retrocesso e privo di alcuni elementi cardine per il gruppo diretto da mister Beninato, nonostante questo il primo tempo sembrava potersi chiudere sul nulla di fatto quando è giunta proprio allo scadere la rete di Rosa, lo stesso attaccante margherino metterà al sicuro la vittoria della sua squadra ad inizio ripresa firmando così una doppietta. Più impegnativa la gara alla quale era atteso il Musile che andava a far visita ad un Nettuno Lido che alla vigilia godeva ancora di qualche chance per inserirsi in zona play-off. I lidensi hanno cercato a lungo quella vittoria che li avrebbe rilanciati in zona spareggi ma non sono stati assistiti dalla fortuna che ha invece sorriso ai musilesi i quali hanno mantenuto imbattuta la loro porta fino al 90′ per freddare poi gli avversari in contropiede grazie al neo entrato Brunello. La zona play-off sta lentamente prendendo la sua forma definitiva con Marghera e Musile già certe di giocare questa appendice post campionato e con buone possibilità anche per la Pro Mogliano purchè non incappi in una sconfitta interna con il Bibione. A quest’ultima potrebbe bastare anche un pareggio per riagganciare il Caorle se il Musile riuscisse ad ottenere il suo sesto successo consecutivo proprio a spese dello stesso Caorle che nel frattempo ha fatto lo sgambetto ai bibionesi trascinato dalla tripletta di uno scatenato Agostini.

Il Bibione perde così il suo piazzamento play-off proprio a favore dello stesso Caorle che ora proverà a difenderlo nella impegnativa trasferta di Musile dove troverà i padroni di casa diretti da mister Colletto ugualmente determinati a vincere per conquistare una seconda piazza che li avvantaggerebbe nella disputa degli spareggi promozione. Una situazione un tantino ingarbugliata che lascia qualche lumicino di speranza anche al Silea ed è legato ai contemporanei insuccessi di Bibione e Caorle che attualmente la precedono oltre alla vittoria dei silcesi nel prossimo match contro il Città di Eraclea. Quest’ultima ha impattato per uno a uno nel derby con lo Jesolo in una partita che ha avuto i classici contorni di una gara di fine stagione interpretata da due compagini che non avevano più niente da chiedere a questo campionato essendo oramai al di fuori sia dalla zona play-off che da quella play-out. Buono il primo tempo disputato dall’Eraclea che trova meritatamente la rete del vantaggio con un colpo di testa di Marian che per l’occasione sostituiva il bomber Franco Martin non in perfette condizioni fisiche dopo l’acciacco patito a Marghera. Lo Jesolo però non ci sta a subire la terza sconfitta consecutiva, oltretutto in un derby, cosicchè si desta nella ripresa e grazie all’inserimento di Nicola Giro trova quel pari che finisce per accontentare un po’ tutti. In zona play-out era molto atteso lo scontro salvezza fra il Noventa ed il Sanstino Corbolone che termina a reti inviolate, un risultato che ovviamente soddisfa solamente gli ospiti diretti da mister Boccalon visto che in questo modo mantengono il prezioso punto di vantaggio sullo stesso Noventa ed ora sono pure avvantaggiati dal calendario relativo all’ultima gara di campionato. Il Noventa, nonostante le squalifiche, ci ha provato a vincere questa disputa ma si è trovato di fronte ad un attento Guiotto che ha montato una buona guardia alla sua porta coadiuvato da quasi tutta la sua squadra che lasciava in avanti il solo Carlo Giacomini. Di questo pareggio avrebbe potuto approfittarne la Pro Roncade per tentare la scalata alla zona play-out ed invece incappa in una brutta sconfitta interna ad opera di un Mazzolada che dopo aver castigato il Noventa fa lo sgambetto anche ai roncadesi che ora sono matematicamente condannati a giocare gli spareggi salvezza come d’altra parte lo erano già gli ospiti portogruaresi. Con il campionato saldamente in mano della Muranese mancano solamente gli ultimi ritocchi per assegnare i rimanenti posti delle zone play-off ed out cosa che renderà assai interessanti cinque delle ultime otto partite di questo combattuto finale di stagione.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*