Pro Mogliano – Città di Eraclea 1-1

PRO MOGLIANO
  CITTA’ DI ERACLEA
Bigaglia
1
Giro
Vendramin
2
Bincoletto
Tondato
3
Sforzin
Touta
4
Tonetto A.
Simeoni
5
Vallese
De Bei
6
Roman
(46′ Bertoldo) Da Lio
7
Bozzatto
Slongo
8
Crosariol (16′ Marian)
(46′ Cester) Zavan
9
Franco Martin
Camuffo
10
Follador (57′ Teso)
(73′ Pastrello) Pasquali
11
Margherito
Bellomo
All.
Tasca
Arbitro: Sepanto di Belluno
Marcatori: 36′ Simeoni (PM)(aut.), 69′ Bertoldo (PM)
 
 Pro Mogliano - Città di Eraclea 1-1

Colpo di testa di Franco Martin nell’area moglianese

Cronaca: Ancora una prova convincente da parte del Città di Eraclea che in trasferta affronta una Pro Mogliano determinata a scalare la vetta della classifica conquistando al termine di una avvincente gara un meritatissimo pareggio. L’intero organico a disposizione di mister Tasca dimostra anche in questa occasione di essere compatto e pronto ad affrontare qualsiasi situazione, dall’inizio di questa stagione calcistica il Città di Eraclea non è mai riuscita a mettere in campo la formazione tipo a causa di uno stillicidio di defezioni dovute ad un alternarsi di infortuni e alle immancabili squalifiche. Per la trasferta di Mogliano il tecnico eracleense ha dovuto rinunciare da subito a quattro titolari come Panont per squalifica, Enrico Tonetto, Bortoluzzo e Fralonardo per infortunio, una quinta defezione giunge purtroppo al 16′ del primo tempo quando Crosariol dolorante deve abbandonare il campo. Nonostante queste pesanti assenze la squadra granata ha retto bene per tutta la gara ai tentativi d’assalto dei padroni di casa e nel finale ha addirittura avuto una doppia colossale occasione per fare bottino pieno. Terreno molle ed allentato al Comunale di Mogliano Veneto, ma non piove e questa è già una buona notizia, la gara inizia con i moglianesi che cercano di prendere da subito il sopravvento ma il Città di Eraclea non si scompone più di tanto, il reparto arretrato è concentrato e ben piazzato e non concede nulla agli avversari. Recuperata la palla gli eracleensi sono precisi e veloci nelle ripartenze come al 15′ quando Crosariol viene servito in profondità dimostrando la consueta generosità nel momento in cui tenta di destreggiarsi in solitaria nell’area avversaria fra quattro difensori, ma all’improvviso si ferma e chiede soccorso alla propria panchina. Nonostante l’intervento del massaggiatore Crosariol è costretto a dare forfait per un problema alla caviglia, al suo posto entra Marian. Al 26′ minuto grande occasione a favore del Città di Eraclea, pregevole apertura di Alberto Tonetto il quale dalla linea mediana pesca Franco Martin in area, il capitano granata aggancia la sfera ma subito dopo viene atterrato da un difensore moglianese, mentre quest’ultimo protesta chiedendo il calcio di rigore che sembrava proprio esserci la palla scorre verso il neo entrato Marian che da buona posizione batte a rete, la conclusione è forte ma non molto angolata e Bigaglia con un gran tuffo riesce a deviare salvando così la sua porta. La Pro Mogliano manovra bene ma non trova sbocchi verso la porta eracleense, cerca allora la soluzione vincente con delle azioni personali di cui Camuffo è il principale interprete, quest’ultimo al 30′ fugge sulla sinistra e salta Follador in dribbling cosa che gli permette di entrare solo in area dal lato corto, a quel punto risulta determinante la coraggiosa e tempestiva uscita di Giro che si tuffa ai piedi dell’avversario stoppandone la pericolosissima puntata a rete. La risposta dell’Eraclea giunge al 36′ con un veloce ribaltamento di fronte che parte dai piedi di Follador il quale dalla propria metà campo ha l’intuizione e la precisione di lanciare lungo in profondità verso lo scattante Franco Martin che in area fa scorrere palla in direzione di Marian, sulla traiettoria si inserisce Simeoni che in maniera maldestra invece di liberare finisce per infilare la propria porta per il più classico degli autogol. Una doccia fredda per le ambizioni dei moglianesi che ora devono realizzare almeno due reti per coltivare la speranza di successo finale, i padroni di casa si spingono ancora in avanti cercando di rendersi pericolosi ed in questo si affidano in particolar modo al solito Camuffo, ma per l’estremo Giro non ci sono particolari interventi da compiere fino all’intervallo. La ripresa inizia con un doppio cambio di cui Bellomo si avvale nel tentativo di dare una scossa ai suoi, al 3′ minuto Bertoldo che è proprio uno dei due neo-entrati riceve un lancio in profondità scattando da una posizione di fuorigioco non rilevato, la difesa eracleense si ferma a protestare ma l’arbitro fa proseguire cosicché il moglianese si presenta solitario davanti a Giro, a quel punto però non ha la giusta freddezza per concretizzare l’occasione e calcia centralmente favorendo la parata del portiere granata. Al nono di gioco lo stesso Bertoldo servito in area viene contratto e termina a terra invocando il calcio di rigore che il fischietto bellunese non concede pareggiando il conto con quello negato all’Eraclea durante il primo tempo. Al 13′ capitan Franco Martin ha una buona chance per realizzare il raddoppio quando lanciato in contropiede si invola in profondità con l’ultimo difensore che cerca di contrastarlo evitando che possa accentrarsi, allora la punta granata entra in area da posizione decentrata per poi calciare fuori di un soffio sull’esterno della rete dando per un attimo l’illusione del gol. E’ una gara accesa e piena di emozioni con la Pro Mogliano che non si da certo per vinta e spinge in avanti alla ricerca di quel pareggio che trova al 26′ minuto: Slongo da fondo campo riesce a liberarsi di Sforzin per poi effettuare un lungo traversone in direzione del secondo palo dove Bertoldo stacca più alto di tutti per un colpo di testa che manda la palla dalla parte opposta della porta difesa da Giro, quest’ultimo si limita ad osservare non potendo opporsi. Raggiunto il pari la Pro Mogliano prende fiato e rallenta dando quasi la sensazione di volersi accontentare, le due squadre ora sono più accorte, subire una rete nell’ultimo quarto d’ora potrebbe costare la sconfitta. Quando tutto sembra deciso con un pareggio ecco al 41′ la colossale doppia occasione a favore del Città di Eraclea: Marian si fa trovare ben piazzato in area per ricevere l’assist di Franco Martin, poi prende il tempo al difensore e trova lo spazio per battere a rete da posizione ravvicinata ma Bigaglia compie un mezzo miracolo con una grande deviazione d’istinto, non è finita così perchè Margherito si avventa sulla respinta del portiere e calcia a colpo sicuro, questa volta Bigaglia non può opporsi ma a salvare è un difensore moglianese che devia la conclusione prima che la sfera entri in porta. Un doppio salvataggio che vale tutta la gara ed un certo rammarico fra le fila eracleensi, un gol realizzato nel finale avrebbe valso la vittoria ed il primato in classifica. L’uno a uno finale che è anche il medesimo risultato della gara di andata sembra comunque un risultato equo e viene accettato da entrambe le compagini lasciando soddisfatto anche il pubblico presente per quanto ha visto durante la sfida.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*