Quarta di ritorno: nulla di nuovo in vetta, poche novità anche in coda

Tutto facile per il Mazzolada che va a far visita al fanalino di coda Bibione Cesarolo dove cala un poker che non ammette discussioni sulla leadership della formazione diretta da Valentinuzzi anche se il risultato è stato sbloccato solamente al 22′ della ripresa. Più “sudato” il successo dello Jesolo che supera di misura il Corbolone grazie ad un gol di Basso, ma la caratura dell’avversario giustifica appieno le difficoltà incontrate dagli jesolani che non mollano la capolista rimanendo a due lunghezze di distanza. Ancora più striminzita la vittoria del Caorle che supera l’Eraclea per due a uno grazie ad un errore dal dischetto del granata Turchetto che nel secondo tempo si fa parare un calcio di rigore da Gonella facendo così sfumare le possibilità di agguantare il pareggio per gli eracleensi.  

Se il Caorle vince soffrendo i loro cugini del Nuova Caorle incappano nella terza sconfitta consecutiva che arriva ad opera di un Ponte Crepaldo sempre più aggrappato al treno dei play-off dal quale invece si sta allontanando, probabilmente in maniera definitiva, la stessa Nuova Caorle e che a bordo ha una nuova squadra ospite: il Lugugnana. I lugugnanesi sfruttano un paio di situazioni favorevoli: il lungo periodo di crisi della Fossaltese espugnandone il terreno grazie anche ad un paio di rigori trasformati da Sibau e la contemporanea sconfitta del Corbolone per rubare a quest’ultima il quinto posto in classifica. Periodo poco felice anche per il Villanova che ha racimolato un solo punto nelle ultime 4 gare: l’ultima sconfitta è patita fra le mura amiche e a fare la parte del corsaro è inaspettatamente il Treporti che si porta a casa tre punti d’oro per la sua deficitaria classifica. Un piccolo passo alla volta per il San Michele che in questo modo cerca di rimanere al di fuori della zona calda della bassa classifica, la formazione sanmichelina raccoglie un punto a Cinto dove la Vigor sperava di sfruttare il fattore campo per non piombare in zona play-out, la gara invece termia a reti inviolate. L’incontro clou di quest’ultima zona si giocava a Torre di Mosto fra i padroni di casa ed il Burano, in vantaggio di due reti i buranelli vengono raggiunti nel finale dai torresani che hanno avuto, manco a dirlo, un calcio di rigore a favore anche questa volta. Domenica prossima si gioca con inizio alle ore 15:00 e ad Eraclea va di scena il derby con il Ponte Crepaldo.  

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*