Quattordicesima di andata: un Lugugnana da primato regionale vince ancora

 Quattordicesima di andata: un Lugugnana da primato regionale vince ancora A Villanova il Lugugnana viene messa in difficoltà dai padroni di casa, ma alla fine la spunta di stretta misura rispondendo all’iniziale vantaggio del Villanova con un paio di gol entrambi realizzati da dei difensori. Con l’undicesima vittoria in campionato la capolista Lugugnana sale a 35 punti ottenendo un ulteriore primato visto che per il momento il suo punteggio è il più alto fra tutti i gironi della seconda categoria veneta. Mercoledì, all’emissione del nuovo comunicato, sapremo quale squadra fra Caorle e Bibione occuperà il secondo posto della classifica dato che il Bibione ha presentato ricorso dopo la gara persa la scorsa settimana a Treporti. Per il momento la classifica dice Caorle che si mantiene a quattro punti dalla capolista piegando la resistenza della Vigor, a Cinto Caomaggiore i caorlotti si impongono con il nono gol realizzato da Giacomini che fa coppia con la rete di un veterano del nostro girone: Fabio Rossignoli. Il Bibione invece ha seriamente rischiato un’altra sconfitta che è riuscito ad evitare praticamente a tempo scaduto grazie ad una punizione che Baldo ha calciato con precisione alle spalle di Salatin. Il Città di Eraclea ha così sfiorato l’impresa di vincere in casa della ex capolista passando in vantaggio per prima giocando in 10 per quasi tutto il secondo tempo a causa dell’espulsione di Piovesan Federico, nonostante questo i granata non hanno concesso niente ai bibionesi subendo il pareggio al 90′.

La quarta piazza è del Treporti che vince ancora andando ad espugnare il terreno dell’Aurora San Nicolò per 3-1 con una vittoria in rimonta realizzando le tre reti nell’ultimo quarto d’ora. In zona play-off rimane anche il Corbolone nonostante la sconfitta di misura che patisce a Cavallino, per i padroni di casa si tratta di una vittoria scaccia-crisi che arriva dopo tre sconfitte consecutive, per il Corbolone prosegue invece una certa alternanza di risultati e deve ora pensare a difendere il quinto posto, che significa play-off, dalle dirette inseguitrici che sono la Fossaltese ad un solo punto ed il Città di Eraclea a due. Entrambe hanno pareggiato in trasferta con il medesimo risultato di uno a uno con la sostanziale differenza che il Città di Eraclea ha pareggiato in casa dell’ex capolista mentre la Fossaltese lo ha fatto sul terreno di un Ponte Crepaldo ultimo in classifica subendo nella ripresa il pareggio realizzato dall’ex granata Geromin. Passando alla zona play-out non può di certo rimanere inosservato il poker che la Giussaghese cala a Caorle sul terreno della Nuova, un rotondo risultato che rilancia le chance di salvezza dei portogruaresi ed allo stesso tempo riporta i caorlotti con i piedi per terra dopo la recente vittoria ottenuta a San Giorgio. I sangiorgesi però dopo la scivolone interno si rifanno prontamente andando a vincere a Torre di Mosto per tre a due con una pregevole rimonta dopo aver chiuso la prima frazione di gara in svantaggio di due gol, i torresani che non vincono più dal 22 ottobre rimangono al penultimo posto della graduatoria. Domenica si giocherà l’ultima giornata del girone di andata alla quale seguirà la sosta natalizia lunga ben tre settimane.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*