Quinta di ritorno: il Mazzolada frena e lo Jesolo la aggancia in vetta

Forse è ancora presto per dirlo, ma il Mazzolada potrebbe soffrire anche quest’anno di quel calo di rendimento che la colpisce nel girone di ritorno. Ancora imbattuta e dopo essere rimasta in vetta alla classifica per buona parte delle 20 giornate fino ad ora disputate il Mazzolada si reca a far visita al Treporti, formazione che naviga nelle minacciose acque della zona play-out, e si ritrova in svantaggio per due volte usufruendo poi di un calcio di rigore per rimontare la seconda rete treportina. Sarà un semplice incidente di percorso o un campanello d’allarme? Si vedrà nelle prossime domeniche, nel frattempo lo Jesolo espugna il terreno della Nuova Caorle, squadra che non sta attraversando un periodo felice, ed aggancia in vetta alla classifica i diretti concorrenti per la promozione. Anche il Caorle rosicchia due punti al Mazzolada, ma il distacco di nove punti dalla vetta sembra ancora proibitivo se si  considera che sono due le formazioni che precedono in classifica i caorlotti autori di una sonante vittoria sul terreno del San Michele.

In zona play-off c’è sempre il Ponte Crepaldo che era impegnato nel classico e sentito derby eracleense con i granata di mister Boer. L’Eraclea gioca un buon primo tempo mette in seria difficoltà l’avversario e passa meritatamente in vantaggio, ma poi nella ripresa subisce un po’ troppo il ritorno del Ponte Crepaldo e finisce inevitabilmente per subire la rete del pareggio. Per quanto riguarda la quarta piazza a disposizione dei play-off c’è un nuovo avvicendamento in classifica fra Corbolone e Lugugnana, quest’ultima fra le mura amiche non supera l’ostacolo Torre di Mosto, anzi finisce sotto di due reti nel primo tempo per una doppietta di Puppulin e rimedia solo nella ripresa raggiungendo un pareggio che non le permette di evitare il sorpasso di un Corbolone vittorioso con una rete per tempo sul Villanova. Dopo aver disputato un buon girone di ritorno le matricole Villanova e Nuova Caorle non stanno attraversando un buon momento, per la mancanza di risultati in queste ultime giornate vengono agganciate in classifica dal Burano che racimola tre preziosi punti dalla vittoria di misura ottenuta in casa ai danni della Vigor, altra formazione che ad una buona partenza di stagione ha ora contrapposto un periodo di evidente flessione, per i cintesi riappare lo spettro dello scorso anno: i play-out, zona nella quale sono tuttora invischiate anche Treporti, Eraclea, Fossaltese e Torre di Mosto. Per il Bibione Cesarolo invece lo spettro è ben peggiore e si chiama retrocessione diretta se non riuscirà a rimonatare gli otto punti di distacco che ha dalle penultime e per far questo ha ancora a disposizione dieci domeniche. Una grossa occasione il Bibione la ha appena avuta andando a far visita alla Fossaltese, in caso di vittoria si sarebbe portato a soli tre punti dagli avversari, ha invece vinto la Fossaltese interrompendo così un lungo periodo di digiuno.  

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*