Sanstinocorbolone – Città di Eraclea 0-1

SANSTINOCORBOLONE
  CITTA’ DI ERACLEA
Guiotto
1
Giro
Missio
2
Bortoluzzo
(72′ Prataviera) Baradel
3
Fralonardo
Orlandini
4
Panont
Geretto
5
Bozzatto
Zulianello
6
Roman
Boian
7
Tonetto A.
Zorzetto
8
Tonetto E. (91′ Teso)
Madiotto
9
Franco Martin (68′ Marian)
Giacomini
10
Crosariol
Zozzolotto
11
Margherito
Donadon
All.
Tasca
Arbitro: Fiorio di Bassano
Marcatori: 36′ Franco Martin (E)(rig.)
 
 Sanstinocorbolone - Città di Eraclea 0-1 Cronaca: Un Città di Eraclea che fa quadrato e leva sulla forza del gruppo nei momenti di difficoltà è capace di espugnare il terreno di San Stino mettendo sotto una avversaria che era scesa in campo determinata a dare una svolta positiva alla propria stagione sportiva. Una recente delusione che ha cause interne avrebbe certamente influito negativamente sul morale e quindi sul rendimento di qualsiasi squadra ma così non è stato con il gruppo diretto da mister Tasca che per l’occasione non si è trovato in difficoltà nello stilare la formazione nonostante le assenze forzate di: Bezerra, Bincoletto, Feletto, Follador, Vallese e Zanusso. La gara è particolarmente sentita da Franco Martin che nel recente passato ha indossato la maglia sanstinese conquistando con essa una avvincente promozione nel campionato 2004-2005 agli ordini proprio di mister Tasca. A partire dalla scorsa stagione il bomber senza età, assieme al suo allenatore, fa parte della rosa eracleense e con i suoi nuovi compagni di squadra ha subito ottenuto un’altra promozione. Ora a distanza di 18 mesi si ritrova davanti alla sua ex società e sente il desiderio di dimostrare che le sue indiscutibili capacità di attaccante sono ancora del tutto intatte. E’ proprio sua la prima palla-gol della gara che giunge al sesto minuto a seguito di un’azione impostata da Enrico Tonetto che rifinisce sulla destra la manovra offensiva dell’Eraclea effettuando un preciso lancio che spiove al limite dell’area piccola dove Franco Martin si avventa sulla palla con tempismo e determinazione colpendola al volo prima che tocchi terra, un colpo che comporta una certa difficoltà di realizzazione e difatti, nonostante la posizione ravvicinata, la mira è leggermente alta e la sfera sorvola di poco la traversa. Dopo un buon avvio del Città di Eraclea nella parte centrale del primo tempo si assiste ad una graduale crescita dei padroni di casa che iniziano a rendersi pericolosi con un Madiotto che sembra il più determinato fra i suoi compagni di squadra nel cercare di sfondare la linea difensiva ospite. Al 20′ minuto il Sanstinocorbolone timbra la sua prima occasione con Zulianello che avanza palla al piede per poi lasciar partire un insidioso rasoterra dalla lunga distanza che viene deviato in calcio d’angolo. Contro-break della formazione eracleense che attorno alla mezz’ora riprende in mano le redini del gioco fino a giungere al 35′ all’azione che risulterà fondamentale sul risultato finale. Un veloce rovesciamento di fronte di marca granata permette al veloce Margherito di scattare alla rincorsa di un pallone sulla trequarti di sinistra, la difesa sanstinese è sorpresa e scoperta ed il portiere Guiotto è costretto ad una repentina uscita per cercare di tamponare la situazione, i due arrivano quasi in contemporanea sul pallone ma è Margherito il più veloce anticipando di un soffio l’estremo difensore di casa il quale in tuffo invece di smanacciare il pallone finisce con l’agganciare un piede del granata facendolo rovinare a terra. Il direttore di gara che ha seguito l’azione non ha dubbi e sopraggiunge fischiando ed indicando il dischetto del calcio di rigore, allo stesso tempo ammonisce anche Guiotto. La trasformazione del penalty è a cura di Franco Martin che indirizza il pallone a fil di palo, il portiere ne intuisce la direzione ma non può certo arrivare ad intercettare l’angolata traiettoria. Appena subìto lo svantaggio il Sanstinocorbolone sembra accusare il colpo, ma sull’altra sponda il Città di Eraclea non approfitta di questo momento di sbandamento della squadra avversaria con il primo tempo che si chiude sul risultato di uno a zero ai favore dei granata. Dopo l’intervallo i padroni di casa ripartono più decisi di prima con l’intenzione di riportarsi in parità nel più breve tempo possibile. L’impresa sta per riuscire a Giacomini già al sesto minuto: cross di Geretto dalla sinistra che spiove in un’area intasata dove Giacomini trova la giusta elevazione per anticipare tutti e di testa indirizza il pallone sotto la traversa, ma la gioia del gol gli viene negata da un gran intervento di Giro che si inarca e riesce ad alzare la sfera sopra il montante. Poco dopo, al 10′ minuto, è la volta del portiere Guiotto a risultare determinante per la sua squadra quando un traversone proveniente dalla sua destra viene spizzicato di testa da Crosariol chiamando il numero uno sanstinese alla respinta in tuffo, la palla rimane vacante davanti alla porta ma non c’è alcun granata nei pressi per la ribattuta vincente. Al 23′ minuto una brutta tegola per mister Tasca e per tutto il gruppo granata perchè a seguito di un durissimo scontro a centrocampo non sanzionato dall’arbitro l’instancabile bomber Franco Martin rimane a terra immobile e dolorante ed è poi trasportato fuori del terreno di gioco sostituito da Marian, in attesa di ulteriori accertamenti ad uno dei principali protagonisti della gara vanno i migliori auguri di pronta guarigione. Con il passare dei minuti i padroni di casa proseguono con generosità la loro incessante ricerca del pari ma il Città di Eraclea non si scomoda più di tanto e rintuzza con precisione ogni tentativo offensivo portato dagli avversari che finiscono sempre per trovarsi di fronte a degli ostacoli insormontabili che rispondono al nome di Roman, Bozzatto, Fralonardo, Panont e Bortoluzzo. Quest’ultimo al 37′ minuto si rende protagonista di una grande giocata di rimessa quando si sgancia percorrendo un buon tratto della fascia destra palla al piede, evitati un paio di avversari effettua poi un lungo e preciso traversone a pescare Crosariol che viene così liberato dalla parte opposta, l’attaccante eracleense entra solitario in area ma poi spreca una buona palla-gol calciando addosso al portiere che riesce così a sventare una seria minaccia. Mancata l’occasione per chiudere in anticipo la gara la squadra di mister Tasca cerca di trascorrere indenne i pochi minuti che mancano alla fine del match, un compito che sembra facilitato al 40′ minuto dalla prematura uscita di Missio che si fa cacciare per somma di ammonizioni, la seconda arriva per proteste. In realtà i padroni di casa facendo appello alle residue forze rimaste tentano l’arrembaggio finale anche in inferiorità numerica e l’ultimo brivido per Giro e compagni giunge al terzo minuto di recupero quando una insidiosissima conclusione scagliata da Zorzetto con tutta la rabbia in corpo del caso sibila sul fondo a pochi centimetri dal palo chiudendo di fatto la gara con questo sofferto ma tutto sommato meritato successo del Città di Eraclea che nello spogliatoio trova ugualmente la forza di gioire e festeggiare in barba alle recenti vicende societarie.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*