Sesta di ritorno: debacle dell’Eraclea a Jesolo, vince anche il Mazzolada

Una contesa appassionante quella fra Jesolo e Mazzolada, entrambe vincenti nei loro impegni casalinghi ed entrambe in testa alla graduatoria. Cominciamo dallo Jesolo il cui compito è stato assai facilitato da alcuni marchiani errori commessi dalla giovane retroguardia eracleense, la gara si chiude già nel primo tempo grazie a due “regali” dei granata poi nella ripresa solo accademia dei primi della classe. Pronta la risposta del Mazzolada che supera per 3-1 il Corbolone, formazione che è tutt’ora in corsa per i play-off, impressionante il ruolino di marcia casalingo dei portogruaresi: in undici gare hanno collezionato dieci vittorie ed un pareggio. Rimane saldo in terza posizione il Caorle anche se lo zero a zero casalingo con il Burano suona un po’ come un mezzo passo falso. A completare la griglia play-off ci sono Lugugnana e Ponte Crepaldo: la prima che sta attraversando un buon momento vince di misura a Cinto Caomaggiore ed aggancia in classifica il Ponte Crepaldo artefice di una inattesa sconfitta casalinga con il San Michele che ridimensiona le velleità dei crepaldini. 

Se le prime due piazze a disposizione per i play-off sembrano già destinate una al Caorle ed una a Mazzolada o Jesolo per le altre due ci sono in corsa Lugugnana, Ponte Crepaldo e Corbolone al momento con pari possibilità per tutte e tre. Diverso il discorso per i play-out, zona nella quale sono coinvolte molte squadre. Dopo aver rischiato di venirvi risucchiata il Nuova Caorle sta cercando di tenersi a distanza e lo fa inguiando un’altra terribile matricola: il Villanova che viene sconfitta in casa per due a uno ed ora si ritrova ad un solo punto dalla dodicesima posizione. Appena sopra al Villanova ci sono Burano e San Michele che si sono entrambe ben comportate in trasferta, la prima con un pareggio a reti inviolate in casa del Caorle, la seconda ha addirittura espugnato il terreno del Ponte Crepaldo. Una domenica positiva anche per la Fossaltese che bissa il successo della settimana precedente vincendo a Torre di Mosto per dimenticare un lungo periodo di crisi anche se la posizione di classifica per il momento è ancora pericolante. Un buon periodo anche per il Treporti, dopo il prestigioso pareggio ottenuto in casa contro la capolista Mazzolada gli uomini di mister Scarpi inguiaiano maggiormente il Bibione Cesarolo vincendo per due a uno in casa di una formazione che rimane fanalino di coda e vede assottigliarsi non solo le speranze di salvezza, ma anche la possibilità di partecipare  ai play-out zona nella quale Vigor, Eraclea e Torre di Mosto dovranno ora concentrarsi sulla volata finale se vorranno evitare la lotteria degli spareggi-salvezza, per tutti comunque rimangono ancora nove gare a disposizione. 

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*