Silea – Città di Eraclea (Gazzettino)

Niente playoff per il Silea. La squadra trevigiana nell’ultima gara della stagione regolare non riesce a superare la resistenza dell’Eraclea, che con il punto di ieri si assicura una salvezza tranquilla. Finisce 1-1 quindi, ma i ragazzi di mister Biscaro non devono avere rammarichi. Prima di tutto perché, anche vincendo, la loro stagione sarebbe comunque finita qui, vista la vittoria del Bibione a Mogliano. In secondo luogo perché ieri il Silea ha dato veramente tutto, giocando una gara esaltante, trascinato dalla classe di capitan Caldato (che ha chiuso il campionato da capocannoniere). Di fronte però i locali hanno trovato un Mancuso insuperabile, che ha negato più volte la gioia agli attaccanti avversari. Ma l’Eraclea non è stata solo Mancuso, anzi. Gli ospiti hanno iniziato la gara nel migliore dei modi, andando in vantaggio dopo appena mezzora. Bravo Tonetto a sfruttare un intervento scoordinato di Garbin, e a metterla in rete superando il portiere Lorenzetto. Da qui in avanti è Caldato-show: il Silea deve vincere per sperare, e il suo capitano decide di prendere per mano la squadra. Al 38’ arriva il pareggio: Caldato suggerisce, Pieretto concretizza al volo dal centro dell’area. Un minuto dopo ancora l’asse Caldato-Pieretto: il colpo di testa di quest’ultimo però esce di pochissimo. Il secondo tempo è un monologo del Silea: al 2’ Milanese per Feltre, ma Mancuso fa il miracolo. Tre minuti dopo altro intervento fenomenale su Caldato. E dove non arriva Mancuso, ci sono i legni: all’11’ è Milanese a cogliere la traversa, al 33’ Pieretto di testa, a porta praticamente vuota. Di più i ragazzi di Biscaro non avrebbero potuto chiedere a se stessi. Bravi comunque.

Articolo tratto dal Gazzettino

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*