Una generosa Eraclea è nuovamente danneggiata dalle decisioni arbitrali

 Una generosa Eraclea è nuovamente danneggiata dalle decisioni arbitrali

Il pramaggiorese Berardo ha realizzato il 2-2 definitivo

In casa granata non si è ancora riusciti a dimenticare l’incredibile espulsione del portiere Lucchetta che la domenica precedente ha pesantemente influito sulla sconfitta patita Musile ed ecco servite un paio di altre determinanti “sviste” arbitrali che privano il Città di Eraclea di una vittoria esterna in casa della capolista Pramaggiore. Passata meritatamente per due volte in vantaggio la squadra allenata da Lorenzo Piccolo si è vista dapprima negare un calcio di rigore per un chiaro fallo di mani in area e poi ha subìto il pareggio definitivo a seguito di un’azione viziata da un evidente fallo in attacco commesso dai pramaggioresi. A fine gara il 2-2 sta stretto agli eracleensi che si sentono scippati di un paio di punti mentre al Pramaggiore questo pareggio è sufficiente per mantenere la vetta della graduatoria seppur in coabitazione con il Silea che dimentica presto la sconfitta casalinga della settimana precedente andando a vincere a San Michele dove riesce ad avere la meglio sul Bibione, scavalcandolo in classifica, grazie ad una rete realizzata nella seconda frazione di gioco da Berto che corregge in porta una deviazione del portiere bibionese. In seconda posizione si fa avanti la terribile matricola Cavallino che ottiene tre pesanti punti esterni andando a sorprendere il Marghera, che lascia alle spalle, con il più classico dei risultati: un 2-0 che porta le firme di Piliego e manco a dirlo di uno dei gemelli D’Este, questa volta è Roberto ad andare a segno. E’ stata senza dubbio la domenica delle vittorie in trasferta, quella mancata di un soffio dal Città di Eraclea e quelle reali di Silea, Cavallino, Real San Marco, Corbolone ed Union Sandonatese. Descritte le prime due passiamo in rassegna anche quella del Real San Marco che infligge la terza sconfitta alla Libertas Ceggia, i mestrini passati in vantaggio grazie a Silotto non trovano grosse difficoltà durante la ripresa sfruttando la superiorità numerica dovuta all’espulsione del difensore ciliense Panont, nel finale di gara dopo aver raddoppiato con Germano subiscono la rete di Balduit che giunge però troppo tardi per le speranze di rimonta della compagine allenata da Boer.

Con il medesimo risultato di 2-1 anche l’Union Sandonatese si impone in trasferta quantunque il suo successo sia meno limpido di quello maturato dal Real San Marco. A Mazzolada il primo tempo scorre via assai avaro di emozioni, poi durante la ripresa la gara si anima quando i musilesi sbloccano il risultato con la premiata ditta: Comin Morelli, il primo effettua il traversone ed il secondo lo mette in rete di testa. A quel punto però subiscono il ritorno del Mazzolada che pareggia con Vello e va anche vicina alla seconda marcatura in un paio di occasioni prima si subire la beffa finale ad opera di Comin. Nettuno Lido dai risultati a corrente alternata, i lagunari affrontano il Corbolone incassando la loro seconda sconfitta interna. Ai lidensi non sono sufficienti le buone intenzioni e le varie occasioni create nell’arco i 90 minuti perchè i sanstinesi con fare sornione li infilano allo scadere di entrambi i tempi maturando quel 2-0 che porta in dote tre preziosi punti atti a creare una classifica tranquilla. L’unico successo casalingo è quello del Caorle che riesce così a vincere per la prima volta davanti al proprio pubblico grazie all’unica rete del match messa a segno ad inizio ripresa da Guido Tonetto per poi controllare la reazione del Noventa che non produce alcun effetto per gli ospiti allenati da Bergamo. I due pareggi della giornata arrivano da Pramaggiore e da Dosson, in questa seconda gara sono i padroni di casa del Casier a passare per primi in vantaggio allo scadere della prima frazione di gioco ma vengono riacciuffati attorno alla mezz’ora della ripresa da una rete messa a segno dall’ex granata Enrico Tonetto dopo che lo stesso giocatore si era fatto parare un calcio di rigore dal portiere trevigiano Angelico. Cambio d’orario domenica prossima con inizio gare anticipato alle 14.30; il match clou si giocherà a Cavallino dove arriva il Caorle, di un certo interesse anche segnaliamo anche: Jesolo – Pramaggiore e Union Sandonatese – Marghera.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*