Vincono tutte le inseguitrici, ma la capolista Bibione non rallenta il passo

 Vincono tutte le inseguitrici, ma la capolista Bibione non rallenta  il passo

Città di Eraclea – Nuova Caorle

Rimane tutto immutato per quanto riguarda le posizioni d’alta classifica dove il Bibione rimane saldamente in vetta respingendo l’attacco delle inseguitrici con la vittoria numero nove maturata in quel di Giussago con due reti realizzate nella prima frazione di gara. In seconda posizione l’accoppiata Fossaltese Cavallino prosegue a braccetto vincendo i rispettivi impegni con il medesimo risultato di 3-1. Succede tutto nel secondo tempo in casa dell’Aurora San Nicolò dove la Fossaltese sblocca il risultato attorno al 20′ della ripresa con l’uno due di Zoccolan, la gara si riapre con il gol di Alba ma poi ci pensa Stefanuto a chiuderla definitivamente. Il Cavallino con i propri senatori Silotto e Castelli piega la resistenza della matricola Passarella che riesce solamente a ridurre le distanze nel finale di gara. In quarta posizione rimane solitaria il Città di Eraclea che festeggia il sesto successo consecutivo calando il poker agli ospiti della Nuova Caorle, ancora in gol il capocannoniere del campionato Franco Martin che realizza una doppietta sbloccando dapprima il risultato con un penalty (video) e poi chiude la gara con un calcio di punizione. Il Lugugnana perde il passo delle prime pareggiando a Pramaggiore ma occupa ancora una posizione valida per i play-off, dopo aver chiuso il primo tempo in vantaggio per 2-0 lugugnanesi si fanno raggiungere durante la ripresa dai padroni di casa.

A centro classifica troviamo l’Altino, prossima avversaria del Città di Eraclea, che porta a 5 i propri pareggi impattando per uno a uno sul terreno del Villanova, agli altinati rimane il rammarico di aver subìto il pari ad un minuto dal termine. A pari punti con l’Altino ci sono anche Gainiga e Sindacale, la prima fra le mura amiche ottiene un pareggio molto sofferto dopo essere stata in svantaggio per 2-0 contro il Treporti del brasiliano Bezerra autore di una doppietta nella prima frazione di gara. Durante la ripresa Biondo riapre il match anche se il pari definitivo giunge in extremis al 92′ ad opera dell’ex granata Andrea Boatto. Per il Sindacale invece l’attuale non è un momento molto felice, dopo la sconfitta interna patita la scorsa domenica con l’Eraclea ora incappa in un pesante 4-1 a Cinto Caomaggiore inflitto dall’ex fanalino di coda Vigor. Un punto dietro al trio appena citato staziona l’accoppiata Treporti Pramaggiore, mentre la Giussaghese dopo un buon avvio di campionato ora si ritrova ad una sola lunghezza dalla zona play-out. In coda alla classifica rimane solitario l’Aurora San nicolò staccato di due punti dalle dirette concorrenti per la salvezza e domenica prossima andrà a far visita alla capolista Bibione, ma la gara di cartello sarà lo scontro diretto fra le seconde della graduatoria: Fossaltese-Cavallino, il Bibione che ha l’impegno più facile osserva e sorride.

Commenta per primo questo articolo...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato
Il tuo commento verrà valutato da un moderatore prima della pubblicazione


*